Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Cinema  >  Current Article

Sabato e domenica al cinema: risate e fanta-action

By   /   13 ottobre 2018  /   Commenti disabilitati su Sabato e domenica al cinema: risate e fanta-action

Finalmente ci siamo! Dopo 15 anni dal primo film e 7 dal secondo esce nelle sale cinematografiche italiane il terzo film di Johnny English (titolo originale Johnny English, genere Azione, Gran Bretagna, 2018, durata 88 minuti). Rowan Atkinson, diretto dal regista David Kerr, è imperdibile in una spy-comedy divertente, basata su una storia accattivante dove la guerra generazionale fa ridere e un pochino riflettere gli spettatori di ogni età. Alla vigilia di un importante summit internazionale Scottland Yard è preda di un imponente attacco informatico. Tutte le identità di degli agenti segreti di sua Maestà sono rivelate. L’unico di cui non si sa nulla è lui: Johnny English ormai in pensione. Pronto a rimettersi in gioco insieme al suo fedelissimo Bough, Johnny dovrà resistere alle seducenti attenzioni di un’affascinante spia russa, ai tentativi di assunzione di droghe sintetiche mai sperimentate e all’intelligenza e confrontarsi con le capacità di un giovane genio dell’informatica. Il film è, di fatto, una vera prova d’autore di Rowan Atkinson che, grazie a una recitazione fondata sulla fisicità (ricorda molto il personaggio Mr. Bean), rende il film godibile dall’inizio alla fine. Un cameo di comicità inglese mai volgare che merita di essere visto. Terzo in classifica nel Box Office ha incassato € 134.963,00 e registrato20.350 presenze.

Azione e ironia sono gli ingredienti principali del film del regista Shane Black, The Predator (titolo originale The Predator, genere Azione, USA, 2018, durata 107 minuti). Quarto film della serie iniziata nel 1987Quin McKenna, potremmo definirlo un cecchino, si trova in Messico per una missione. All’improvviso s’imbatte in un Predator. Per farsi credere invia il casco e un copri-braccio del Predator al figlio Rory. Quest’ultimo grazie alla sua particolare intelligenza riesce a mettere in funzione un dispositivo originale. Il Predator non è solo e darà inizio alla sua avventura sulla terra. La caccia al Predator è ricca di colpi di scena con battute simpatiche che servono per accattivarsi l’attenzione dello spettatore. Un movie che fa molte citazioni, forse perché non ha molto da dire. Interessante per chi non ha visto i primi film, un po’ sottotono per chi è un appassionato della saga. Nel film non compare l’attore Steve Wilder Striegel che pure vi ha preso parte. L’attrice Olivia Munn (la biologa) ha preteso che le scene nelle quali recitava Striegel venissero tagliate in quanto coinvolto in una storia a sfondo sessuale. Al Box Office risulta 4^ in classifica incassando € 84.788,00 con 12.500 presenze in sala.

Maurizio Lupardini

    Print       Email

You might also like...

Weekend di Halloween: fantasy e paura al cinema

Read More →