Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

L’FBI incaricata di indagare sul caso Kavanaugh

By   /   2 ottobre 2018  /   Commenti disabilitati su L’FBI incaricata di indagare sul caso Kavanaugh

Il caso Kavanaugh continua a riempire le pagine della cronaca americana, specialmente ora che l’FBI potrà indagare – a quanto pare fino al prossimo venerdì – e acquisire le dichiarazioni di coloro che intendono portare prove a favore o contro l’accusa di molestie sessuali effettuate 36 anni fa da Brett Kavanaugh, designato dal Presidente Trump quale giudice della Corte Suprema.

All’audizione show della scorsa settimana, trasmessa in diretta in mondo visione, si aggiunge questa nuova pagina per verificare la condotta tenuta dall’allora giovane studente, ai primi anni ’80, nei confronti della sua accusatrice Christine Blasey Ford.

Nuovi testimoni si sono fatti avanti e il caso si sta complicando giorno per giorno. Il Kavenaugh è descritto come un ragazzo che beveva, non solo birra, e che quando ubriaco diventava aggressivo. 

Altre 2 donne dicono di aver subito le sue avance. Deborah Ramirez, collega dell’Università di Yale, afferma che, dopo che entrambi avevano bevuto, il Kavanaugh si è spogliato in sua presenza sbattendogli il pene in faccia. Julie Swetnick, invece accusa il Kavanaugh e il suo amico Mark Judge di aver allungato le mani su di lei.

Difficile dire se questa storia sia effettivamente da ascrivere tra le pagine belle di democrazia. Rivangare e giudicare oggi a distanza di 36 anni i fatti avvenuti in gioventù, quando il Kavanaugh era studente, peraltro laureatosi a pieni voti, proprio mentre l’uomo, stimato giudice, indicato dai suoi stessi colleghi come idoneo a rivestire quella carica, lascia molti dubbi sul fatto che il caso sia un indiretto attacco alla politica di Trump.

Se così non fosse, nessuno si salverebbe. “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”. Ognuno di noi ha qualcosa di deprecabile nel suo passato. Nessuno è santo, e anche i santi non sono stati perfetti. Cito ad esempio Sant’Agostino. 

Nel caso in questione, non si sta parlando di consumata violenza sessuale ma di comportamento volgare, sicuramente biasimevole, commesso 36 anni fa, da un ragazzo, che come tutti i ragazzi americani alzava il gomito. Motivo, quest’ultimo, peraltro ritenuto irrilevante ai fini dell’assegnazione dell’incarico.

L’FBI sentirà le varie testimonianze e tirerà le sue conclusioni, ovvero potrà solo appurare se il giovane Kavanaugh era dedito a bere e se sotto l’effetto dell’alcool possa aver commesso atti inqualificabili nei confronti della Ford e di altre ragazze. 

Basterà questo per stabilire che oggi l’irreprensibile uomo, professionista stimato e padre di famiglia, su cui non pendono accuse di alcun altro genere, debba pagare per i suoi eccessi di gioventù? É questo giusto e corretto nei suoi confronti? Senza contare gli effetti negativi che già ha avuto su tutta la sua famiglia, moglie e figli.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

In Brasile uno squilibrato fa 4 morti

Read More →