Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Venezia 75: vince Cuaròn con “Roma”

By   /   8 settembre 2018  /   No Comments

Venezia 75 chiude i battenti e tra i 21 film in gara la giuria ha assegnato il Leone d’Oro al film “Roma” del regista Alfonso Cuaron. La pellicola prodotta da Netflix era uno dei favoriti dal pubblico e dalla critica. La presenza nei ringraziamenti finali del film di Guillermo del Toro (presidente della giuria), ha fatto si che alcuni potessero pensare a una combine ovvero una sorta di “conflitto d’interessi” per il premio vinto. Solo chiacchiere per un film ben costruito che ha spiccato per la poetica con cui è stato realizzato rimanendo la migliore pellicola di un festival dove veri capolavori non si sono visti.

A Yorgos Lanthimos, regista del “La favorita (The Favourite)” è andato il Gran Premio della Giuria. Il Leone d’Argento per la migliore regia è stato vinto dal francese Jacques Audiard per il film “The Sister Brothers”.

La Coppa Volpi per il miglior attore è stata assegnata a Willem Dafoe per l’interpretazione di Van Gogh in “At Eternity’s Gate” di Julian Schnabel. Olivia Colman è stata premiata per la sua interpretazione ne “La favorita (The Favourite)”.

Per le nuove tendenze i premi “Orizzonti” sono stati assegnati a “Kraben Rahu/Manta Ray” del regista thailandese Phuttiphong Aroonpheng, premiato come miglior film; a “Jinpa”del tibetano Pema Tseden (sceneggiatura); a “Tel Aviv On Fire” per la migliore interpretazione maschile a Kais Nashif; a Natalya Kudryashova per “Tchelovek Kotoris Udivil Vseh/The Man Who Surprised Everyone” per la miglior interpretazione femminile; Mahmut Fazil Coskun per “Anons/The Announcement” (premio speciale) e il premio al miglior regista al kazako Emir Baigazin per “Oze/The river”.

Al film “The Ballad of Buster Scruggs” dei registi Joel e Ethan Coen è andato il riconoscimento per la miglior sceneggiatura. Il premio speciale della giuria è stato assegnato a “The Nightingale” di Jennifer Kent l’unica regista in concorso.

Il premio “Leone del Futuro – Luigi De Laurentis” per la miglior opera prima se l’è aggiudicato “The Day I Lost My Shadow” del regista Soudade Kaadan che descrive la dura realtà della guerra in Siria.

Il premio al miglior film restaurato va ai fratelli Taviani con “ La notte di San Lorenzo”.

Il premio miglior documentario sul cinema è del regista Peter Bogdanovich, dedicato a Buster Keaton con il film “The Great Buster: A Celebration”.

 

Maurizio Lupardini

    Print       Email

You might also like...

Rughe e salute del cuore

Read More →