Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Il pomodoro dell’Azienda Agricola Turco scommette sull’eccellenza

By   /   18 Agosto 2018  /   Commenti disabilitati su Il pomodoro dell’Azienda Agricola Turco scommette sull’eccellenza

“Mezzogiorno. Estate. La luce si divide in due metà di un pomodoro”…forse Pablo Neruda è stato il primo a rendere su carta tutta la magia di un semplice prodotto della terra, non è l’unico però ad averne intuito la poesia. Fuori dalle pagine dei libri è sui campi che il pomodoro mostra tutta la sua poesia a chi sa comprenderla. Ed è proprio qui che inizia la storia dell’Azienda Agricola Turco, una storia di coltivazione, produzione e distribuzione, ma soprattutto una grande storia di famiglia.

È Luigi Turco a raccontarmela, mentre camminiamo tra i campi mi spiega le caratteristiche del pomodoro, delle piante e delle coltivazioni. Negli occhi ha la stessa luce che ho già incontrato qui a Lesina, la luce di chi mette passione ed entusiasmo in ciò che fa, chiara manifestazione di tutto l’amore per la propria terra. Sullo sfondo del Gargano la famiglia Turco si è sempre occupata di agricoltura, tramandando di generazione in generazione esperienza, passione e conoscenza. Sceglie di puntare sull’eccellenza avviando un progetto ambizioso e lodevole, un progetto che punta alla qualità e non alla quantità. I suoi prodotti hanno il sapore inconfondibile del pomodoro buono dell’alto tavoliere di Puglia: consistenza, sapidità e dolcezza in un connubio senza eguali. Questo perché qui tutto si fa seguendo i tempi della natura, rispettando la terra, con tanta pazienza e senza fretta, valorizzando al meglio le caratteristiche incredibili di questa zona. Così l’acqua salmastra della laguna sapientemente combinata con il limo d’acqua dolce crea un ambiente unico in cui poi anche il sole caldo della Puglia fa la sua parte. Il risultato è un prodotto d’eccellenza dalle caratteristiche straordinarie. È tutto molto complicato ma è incredibilmente anche tutto semplice nella misura in cui questo lavoro si fa davvero con il cuore.

La produzione, neanche a dirlo, segue gli insegnamenti della tradizione, i pomodori vengono lavorati a breve tempo dalla raccolta e selezionati a mano, il tutto prestando sempre grande attenzione anche alle moderne tecniche di sicurezza alimentare. Dalla passata tradizionale al pomodoro pelato, passando per il ciliegino e fino ad arrivare all’inconfondibile datterino in tutte le sue forme, tutto qui ha il gusto autentico e inconfondibile dei sapori di una volta. L’azienda vanta la certificazione GLOBALG.A.P, segue cioè un rigoroso protocollo per la definizione di buone pratiche agricole in termini di ambiente, prodotti, salute, sicurezza e gestione aziendale, elementi essenziali per un lavoro di qualità.

Qui si punta sul km 0 e su una filiera etica, corta ed intelligente, il che dimostra una capacità imprenditoriale in grado di puntare l’accento sugli aspetti rurali e genuini della zona garganica. Ma sono amore e passione che restano al primo posto, il filo conduttore di un impegno che coinvolge tutta la famiglia. Sono forse i giovani di casa, Michele e Gianluca, ad aver creduto per primi in questo progetto e adesso guardano al futuro con lo stesso ardore di chi in famiglia ha deciso di promuovere e valorizzare il proprio territorio come segno di eccellenza. Una storia a lieto fine, questa è una scommessa vinta.

di Marta Parcesepe

    Print       Email

You might also like...

Dipendenza da videogiochi: l’OMS ha deciso

Read More →