Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Afghanistan: 8 morti e 40 feriti per l’esplosione di una bomba

By   /   31 luglio 2018  /   Commenti disabilitati su Afghanistan: 8 morti e 40 feriti per l’esplosione di una bomba

Continuano gli attentati dei talebani in Afghanistan, anche se ormai non fanno quasi più notizia. L’ultimo è avvenuto ieri contro un autobus, proveniente da Herat e diretto a Kabul, pieno di passeggeri è saltato a causa di una delle orami tristemente famose bombe artigianali poste ai bordi della strada, Ordigno esplosivo improvvisato / Improvised Explosive Device (IED), provocando la morte di 8 persone e il ferimento di altre 40, tra cui molte donne e bambini.

Questi ordigni, sparsi un po’ ovunque, nelle intenzioni dei talebani dovrebbero colpire le forze dell’ordine e i militari afgani, in realtà a pagare il peso più alto è la popolazione civile.

Stando ai dati forniti dalla Missione di Assistenza in Afghanistan delle Nazioni Unite, nella prima metà dell’anno oltre 1.690 civili hanno perso la vita e altri 3.430 sono rimasti feriti in incidenti simili. In particolare, le IED hanno causato la morte di 877 civili, di cui 232 morti e 645 feriti, pari al 17% del totale delle vittime dall’inizio dell’anno.

L’esplosione è avvenuta nei pressi di Bala Baluk, nel distretto di Farah, e tra le vittime molti appartenevano al gruppo etnico degli Hazara che sono di religione sciita in un contesto maggioranza sunnita.

Nella parte occidentale dell’Afghanistan, specialmente a Farah, c’è una forte presenza di talebani che da maggio hanno intensificato gli attacchi contro le forze afgane e statunitensi, per riprendere il controllo completo della zona. Ma dopo una giornata di scontri i talebani sono stati costretti a ritirarsi alla periferia della città.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

In Brasile uno squilibrato fa 4 morti

Read More →