Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Per la Turchia è iniziata una nuova era

By   /   10 luglio 2018  /   Commenti disabilitati su Per la Turchia è iniziata una nuova era

Il Presidente Turco, Recep Tayyip Erdogan, dopo aver ottenuto la vittoria alle recenti elezioni, con il 52,5 % dei consensi, ieri ha giurato davanti al Parlamento dando così vita al sistema presidenziale, da lui tanto voluto e che terrà al potere fino al 2013.

La Turchia sta iniziando un nuovo percorso con l’istituzione del sistema presidenziale”, così ha aperto il suo discorso tenuto nella capitale Ankara dopo la cerimonia di giuramento. 

Naturalmente, Erdogan ha assicurato che la Turchia continuerà ad essere uno stato democratico, di diritto, economicamente forte tale da attrarre sempre più investitori. Rinforzerà lo stato sociale e la gente non dovrà più sentirsi emarginata e alienata.

Non sono mancati i riferimenti al Padre della Patria, Mustafa Kemal Atatürk, dal quale però la sua azione di governo si è staccata completamente e le epurazioni iniziate dopo il fallito golpe del 2016,  che ancora continuano, lo dimostrano ampiamente.

É di pochi giorni fa la notizia di altri 18.500 licenziamenti di impiegati pubblici, mentre permangono carcere circa 78 mila persone, tutte accusate di essere legate a Fethullah Gülen o ai gruppi curdi.

Il nuovo governo direttamente nominato dal Presidente, non avrà quindi bisogno della fiducia del Parlamento, è composto da uomini fedelissimi a Erdogan o membri della famiglia, come il genero, Berat Albayrak, destinato alle Finanze. 

Alla cerimonia, su cui aleggiava l’ombra del disastro ferroviario in Tracia, erano presenti una ventina di capi di governo, numerosi rappresentanti diplomatici e ospiti; mancavano i nomi più importanti dell’Unione Europea e degli Stati Uniti – rappresentati dagli ambasciatori – e questo è un segnale dei rapporti sempre più freddi tra la Turchia di Erdogan e l’Occidente.

Da ieri, quindi, Erdogan può sentirsi decisamente più forte, più padrone e può esercitare il suo potere senza opposizione di sorta, legittimato da un referendum sul quale, tuttavia, ancora oggi rimangono dubbi.

 

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Sparatoria in un bar della California

Read More →