Loading...
You are here:  Home  >  Accade oggi  >  Current Article

25 giugno 1967: In provincia di Belluno la strage di Cima Vallona

By   /   25 Giugno 2018  /   Commenti disabilitati su 25 giugno 1967: In provincia di Belluno la strage di Cima Vallona

A seguito di un attentato dinamitardo ad opera del BAS, organizzazione terrorista secessionista altoatesina, costato la vita ad Armando Piva radiofonista degli alpini, nei pressi di Cima Vallona di San Nicolò di Comelico, in provincia di Belluno, viene inviata una squadra della Compagnia Speciale Antiterrorismo. Scelti per questa missione di indagine furono Francesco Gentile, capitano dei Carabinieri paracadutisti, Mario Di Lecce, sottotenente dei sabotatori paracadutisti, Marcello Fagnani, sergente maggiore artificiere sabotatori paracadutisti, e Olivo Dordi, sergente artificiere sabotatori paracadutisti. I quattro si recarono sul luogo dell’attentato per recuperare prove ed una volta eseguito il loro compito, sulla via del ritorno, attivarono inavvertitamente una trappola esplosiva che uccise sul colpo Di Lecce, Gentile e Dordi e ferendo gravemente Fagnani. Sul luogo dell’attentato furono rinvenute due tavolette di legno con incisa la rivendicazione del BAS.

    Print       Email

You might also like...

4 gennaio 2010: Muore Tsutomu Yamaguchi sopravvissuto alle atomiche di Hiroshima e Nagasaki

Read More →