Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

Alla Roma gli applausi al Liverpool la finale di Champions

By   /   3 maggio 2018  /   Commenti disabilitati su Alla Roma gli applausi al Liverpool la finale di Champions

Daniele De RossiCuore e orgoglio non bastano alla Roma per superare il turno e staccare il biglietto per Kiev, del prossimo 26 maggio. 

Ancora una volta gli errori arbitrali condannano una squadra italiana, ma a niente valgono le proteste e l’amaro sfogo del Direttore Sportivo della Roma, Monchi, che reclama la Var in campo e una maggiore attenzione al calcio italiano da parte dei responsabili europei e del designatore arbitrale.

Senza gli errori arbitrali sarebbe cambiato tutto. All’andata abbiamo subito un gol in fuorigioco, stasera non ci hanno dato due rigori clamorosi. È il momento di alzare la voce, non solo la Roma. Anche la Juve ha sofferto col Real, il calcio italiano deve alzare la voce perché quello che è successo è clamoroso”.

La moviola ha, infatti, messo chiaramente in evidenza il mani in area di Trent Alexander-Arnold che ferma un tiro ravvicinato di El Shaarawy diretto in porta, ma anche il fuori gioco inesistente fischiato a Edin Dzeko ed altri episodi molto dubbi, che resteranno tali e serviranno solo ad alimentare polemiche e sterili discussioni.

Così a nulla è valso il 4 a 2 finale. Resta il rammarico per la partita di andata ad Anfield, quel 5-2 che oggi condanna la Roma. Il Liverpool ha segnato i 2 goal necessari per il 7-6 finale che la proietta alla finale contro il Real Madrid.

Il Liverpool è stato più aggressivo nei primi minuti, mentre la Roma ha tardato a carburare, così il maldestro retro passaggio di Nainggollan ha dato il via al goal di Mane, mettendo la partita subito in salita per i giallorossi.

Il pareggio della Roma, dopo sei muniti, grazie a Dajan Lovren che, nel tentativo di spazzare l’area su un tiro di El Shaarawy, ha colpito la testa di Milner, provocando l’autorete. Ma, più tardi, il colpo di testa all’indietro di Dzeko, su calcio d’angolo, si è rivelato un assist perfetto per Wijnaldum che da due passi non ha sbagliato.

El Shaarawy, che ha giocato una partita eccezionale, è stato protagonista del secondo goal romanista. La respinta corta del portiere Karius sul tiro del romanista, ha messo Dzeko nelle condizioni di segnare il 2 a 2. Un preciso e forte tiro da fuori di Nainggolan ha portato in vantaggio i giallorossi e lo stesso ha trasformato il rigore concesso per un mani di Klavan. Due reti che portano i giallorossi ad un passo dal secondo miracolo, dopo quello con il Barcellona. Ma questa volta il miracolo non è arrivato.

C’è da segnalare con soddisfazione che le preoccupazioni della vigilia, di possibili scontri e violenze, non ci sono state e alla fine le due tifoserie hanno applaudito i propri beniamini, ognuno per quello che i giocatori hanno saputo regalare loro. Il Liverpool la finale e la Roma una partita all’altezza delle aspettative e del gioco. In mattinata le due tifoserie si erano incontrate presso il Campidoglio per condannare la violenza e per esprimere solidarietà a Sean Cox, il tifoso del Liverpool ferito duranti gli scontri che hanno preceduto la partita di andata.

Complimenti al Liverpool e un grazie alla Roma per le emozioni che ha saputo regalare, a tutti i tifosi, non solo romanisti.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Nations League: Polonia – Italia 0 a 1

Read More →