Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Sale a 10 il numero dei giovani escursionisti israeliani morti

By   /   27 aprile 2018  /   Commenti disabilitati su Sale a 10 il numero dei giovani escursionisti israeliani morti

ragazzi palestinesi morti nell'alluvioneSale a 10 il numero dei giovani escursionisti israeliani morti travolti da un’improvvisa inondazione del Mar Morto. Le vittime, 9 ragazze e 1 ragazzo sui diciott’anni, facevano parte di un gruppo di 25 che stavano facendo un’escursione sul torrente Nahal Tzafit, a sud del Mar Morto, come parte di un programma di pre-arruolamento nell’Esercito.

Tale programma, chiamato “mechina” in ebraico, è frequentato da giovani israeliani, religiosi e laici, che si prendono un anno tra la scuola superiore e la leva per studiare, fare volontariato e viaggiare per Israele.

La ricerca, condotta da volontari e da elicotteri dell’Esercito israeliano, è continuata per tutta giornata di ieri; 15 membri del gruppo sono stati tratti in salvo, 2 in grave stato di ipotermia sono stati trasportati all’ospedale di Soroka Medical Center di Be’er Sheva.  

La polizia israeliana ha aperto un’inchiesta per sospetta negligenza da parte degli organizzatori del programma, dopo che la compagnia televisiva israeliana ha riportato alcuni messaggi inviati agli amici su WhatsApp da una delle ragazze del gruppo in cui si diceva molto preoccupata: “Non posso credere che stia facendo un’escursione con un tempaccio come questo. Non ha senso andare in un posto che è completamente allagato. È un attentato al destino. Moriremo – sono seria”.

Tutte le agenzie responsabili della raccolta dati sulle piogge e sulle alluvioni nei giorni scorsi avevano emesso bollettini di allerta circa i rischi di allagamenti nell’area dove il gruppo stava operando, e in particolare nei pressi del torrente Tzafit. Anche il servizio meteorologico nazionale aveva emesso un’allerta di rischio alluvioni in tutta la regione del Mar Morto, nel Deserto della Giudea meridionale e l’Arava, anche in considerazione che nel deserto anche una piccola quantità di pioggia può provocare grossi allagamenti.

Messaggi di cordoglio e di condoglianze alle famiglie sono giunti dal Presidente Reuven Rivlin e dal Primo Ministro Benjamin Netanyahu.

  

di Vito Di Ventura

 

    Print       Email

You might also like...

Il caso Khashoggi

Read More →