Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Current Article

Torino: il bello di perdersi tra antichità e tempi moderni

By   /   9 marzo 2018  /   Commenti disabilitati su Torino: il bello di perdersi tra antichità e tempi moderni

Mole AntonellianaQuando viaggio mi piace svegliarmi presto e uscire di casa di primo mattino, quando la città è ancora addormentata. Al di là dell’euforia che contraddistingue ogni partenza e che non mi lascia tempo da dedicare a Morfeo, mi sembra quasi di cogliere qualcosa di intimo lungo le strade deserte, sprovviste per un attimo del quotidiano caos cittadino.

Mi immergo subito nella ricerca di dettagli per l’organizzazione pratica del weekend, senza preoccuparmi troppo di quello che mi succede intorno. Non presto attenzione alla voce fredda che scandisce le fermate né mi lascio distrarre dal chiacchiericcio allegro degli altri passeggeri, finché all’improvviso, quasi assecondando un richiamo silenzioso, alzo gli occhi e guardo fuori dal finestrino… c’è la neve! Non sono abituata a un tale spettacolo, dalle mie parti è una cosa rara e con questa meraviglia bianca davanti agli occhi riesco a sprofondare in un’atmosfera quieta e silente, in un attimo sono in pace con il mondo.

Il viaggio fino a Torino è lungo, fuori continua a scendere la neve ed in me cresce l’attesa. È la mia prima volta nel capoluogo piemontese e sono molto curiosa di scoprire la città, percorrerne le strade, visitare i suoi musei e conoscere meglio tutta questa storia della Torino magica. Me l’avevano descritta come una città mitteleuropea e, in effetti, già dal primo sguardo è quella l’impressione che ho anche io. Palazzi eleganti, ampie zone pedonali e portici lunghissimi, l’unica nota stonata è la nebbia. Non nevica più ma resta una foschia tale che ci metto un po’ a scovare la Mole Antonelliana, eppure fino alla fine dell’ottocento è stato il monumento in muratura più alto d’Europa!

cioccolataPasseggiando per le vie della città scopro che Torino è una città piena di bei negozi, locali di tendenza e ristoranti con sapori dal mondo. Mi sembra davvero un bel posto in cui vivere. In giro con me stavolta c’è la mia amica Alessandra, fashion addicted che vedo destreggiarsi con facilità e passione tra moda e make up, la poverina cerca spesso di coinvolgere anche me, non so come non abbia ancora perso le speranze! Abbiamo scaldato il nostro pomeriggio in centro con un’ottima cioccolata calda, nella città dei gianduiotti non potevo certo farmela mancare.

È stata una giornata intensa, sveglia all’alba e chilometri macinati curiosando per la città, non posso dire di essere stanca ma ovviamente sono affamata. In controtendenza con il fatto di essere “al nord” decidiamo di mangiare la pizza e ci fermiamo da “Panperfocaccia” un locale che se non fosse attrezzato per il gluten free potrebbe farmi star male anche solo per il nome glutinoso! In effetti, anche in linea con la mia celiachia, è stata un’ottima scelta e riesco a mangiare una pizza piemontese doc con porri, castelmagno e salsiccia di bra. Davvero buona.

Domani giornata di musei e cultura, sono pronta a farmi trasportare dalle emozioni.

di Marta Parcesepe

Torino giorno 2 →

    Print       Email

You might also like...

Sesso over 65: fa bene alla salute

Read More →