Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Germania verso un governo di larghe intese?

By   /   16 Gennaio 2018  /   Commenti disabilitati su Germania verso un governo di larghe intese?

Dopo 5 giorni di incontri, è stato raggiunto un accordo preliminare tra i 3 maggiori partiti: l’Unione Cristiano Democratico (CDU) della Angela Merkel, il Social Democratico (SPD) di Martin Schulz e il l’Unione Cristiano Sociale (CSU) di Horst Lorenz Seehofer.

In pratica, si vuole riproporre un governo di coalizione con l’opposizione, anche se Schulz aveva dichiarato più volte che non avrebbe mai più partecipato alla formazione di un tale governo. Tuttavia, non è ancora certo che la base del suo partito accetterà una tale soluzione.

Kevin Kuehnert, capo dei giovani Socialdemocratici non ci sta e ha dichiarato di non voler scommettere su questa soluzione, considerato che le controversie all’interno del partito ancora permangono. Secondo Kuehnert, nelle 28 pagine dell’accordo preliminare manca un’idea ovvero un progetto globale.

Per il leader della CSU, Horst Seehofer, invece, non ci dovrebbero essere cambiamenti all’accordo preliminare che è stato ampiamente pubblicizzato e che riflette il consenso raggiunto tra i 3 partiti.

Sulla stessa frequenza si è espressa la parlamentare della SPD, Andrea Nahles, che ha attaccato i membri del suo partito che continuano a rifiutare la grande coalizione, accusandoli di discreditare volutamente l’accordo. “Visto che abbiamo ottenuto il 20,5 % dei consensi, abbiamo negoziato con successo”.

Per i Socialdemocratici l’accordo raggiunto accoglie in sostanza le loro proposte. Se è stato ceduto qualcosa sul fronte dell’immigrazione e della disoccupazione, ha ottenuto importanti risultati sulle assicurazioni sanitarie, sul lavoro a tempo determinato e sulle pensioni, che rimaranno invariate.

Martin Schulz adesso deve convincere i compagni del partito in vista del congresso federale di domenica 21 a Bonn che deciderà se aprire negoziazioni per rinnovare la grande coalizione che ha governato dal 2013 al 2017. Secondo un sondaggio publicato ieri dalla RTL, l’accordo è sostenuto dal 56% dei membri della SPD.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Task Force USA in rotta verso il Venezuela contro il narcotraffico

Read More →