Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Il Giappone comprerà il sistema missilistico americano AEGIS

By   /   19 Dicembre 2017  /   Commenti disabilitati su Il Giappone comprerà il sistema missilistico americano AEGIS

aegis 2Il governo giapponese ha ufficialmente deciso di migliorare il sistema difensivo acquistando il sistema missilistico terrestre AEGIS, per contrastare la crescente minaccia dei missili balistici nord coreani.

Lo sviluppo dei missili nucleari della Corea del Nord pone un nuovo livello di minaccia al Giappone e, come abbiamo fatto in passato, saremo in grado di difenderci migliorando il sistema missilistico difensivo”, così si è espresso il Ministro della Difesa Giapponese, Itsunori Onodera, durante la conferenza stampa tenuta al termine della seduta ministeriale.

Il Ministro ha anche aggiunto che i finanziamenti iniziali saranno previsti già nel prossimo bilancio della difesa, aprile 2018, anche se non è ancora stata presa una decisione sul tipo di radar, né sul costo complessivo del sistema e neppure sui tempi e sullo spiegamento.

Come è noto, la Corea del Nord ha testato un nuovo missile balistico in grado di colpire il suolo statunitense, compreso la capitale Washington. Il missile ha raggiunto una altitudine di 4 mila chilometrici, quota ben al di sopra delle attuali capacità dei sistemi missilistici Aegis montati sulle navi giapponesi.

Del nuovo sistema basato a terra, saranno installate 2 batterie. Il sistema, senza missili intercettori, costerà circa 2 miliardi di dollari e le batterie non saranno operative prima del 2023. Tra l’altro, le nuove stazioni Aegis non saranno dotate del radar Spy-6, ancora in fase di sviluppo dagli americani.

Senza tale radar, il Giappone non sarà in grado di utilizzare appieno le possibilità del missile intercettore, SM-3 Block IIA, il cui costo è di circa 30 milioni di dollari l’uno. Una volta sviluppato il nuovo radar Spy-6S, sarà quindi necessario un successivo upgrade, probabilmente nel 2022, sempre che i costi rientrino nel budget militare, e comunque a scapito di altri programmi.

Tuttavia, sul tavolo dei militari giapponesi è ancora aperta la possibilità di acquisire il sistema THAAD (Terminal High Altitude Area Defense), prima di decidere sull’Agis a terra.

Il Ministro Onodera ha, inoltre, comunicato che il Giappone acquisirà entro la fine dell’anno il sistema missilistico cruise a medio raggio per armare gli F-15 e F-35, come deterrente in grado di colpire obiettivi nord coreani.

Tale acquisto, trattandosi di munizionamento in grado di colpire oltre i confini nazionali, è controverso perché anticostituzionale, in quanto la Costituzione varata dopo la seconda guerra mondiale vieta al Giappone di portare guerra ad altre nazioni.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Notre-Dame de Paris, non solo un simbolo

Read More →