Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Soldati nordcoreani sparano ad un disertore al confine tra le due Coree

By   /   14 novembre 2017  /   No Comments

38esimo paralleloI giornali sudcoreani hanno riportato la notizia che ieri 4 soldati nordcoreani di guardia al confine hanno aperto il fuoco contro un loro commilitone che cercava di raggiungere la Joint Security Area (JSA) controllata dal Comando delle Nazioni Unite a guida americana. I soldati sudcoreani del Comando non hanno reagito, evitando di dare origine ad una possibile escalation.

L’uomo è fuggito a bordo di una jeep, ma, raggiunto dal fuoco dei militari di guardia, ha dovuto lasciare il mezzo e continuare a piedi. Nonostante fosse stato colpito più volte è riuscito a raggiungere la zona demilitarizzata, dove è stato trovato, sotto un cumulo di foglie e sanguinante.

Trasportato da un elicottero delle Nazioni Unite all’ospedale dell’Università di Ajou, nei pressi di Seul, è stato sottoposto ad intervento operatorio durato circa 5 ore. Attualmente è nel reparto rianimazioni e le sue condizioni sono molto gravi, avendo riportato ferite in diverse parti del corpo. Probabilmente dovrà essere sottoposto a nuovi interventi.

La JSA, lungo il ben noto 38esimo parallelo, è sorvegliata da un Comando militare ONU a guida americana e dalle forze Nordcoreane. I militari dei due blocchi si fronteggiano a pochi metri di distanza, separati da alcuni edifici e blocchi di cemento. La zona demilitarizzata, che corre lungo tutto il confine, è stata creata al termine della guerra con la firma dell’armistizio del 1953. È ampia 4 chilometri e disseminata da campi minati e filo spinato, oltre ad essere sorvegliata giorno e notte dai militari. La JSA è l’unico punto in cui i turisti possono accedere e vedere il confine tra le due Coree.

L’incidente non è stato riportato dai media nordcoreani che in passato hanno invece accusato la Corea del Sud di incitare i cittadini a disertare. Dalla fine della guerra, circa 30 mila nordcoreani sono fuggiti in Corea del Sud, la maggior parte attraverso il confine cinese.

La sparatoria di ieri è la prima dal 1984, quando un cittadino russo cercò di raggiungere la JSA. Altri casi di soldati nordcoreani che hanno disertato e trovato rifugio in Corea del Sud si sono avuti nel 1998 e nel 2007, ma in entrambi i casi i militari della Corea del Nord non hanno sparato.

È stata aperta un’indagine, soprattutto per verificare se i militari nordcoreani hanno continuato a sparare anche dopo che l’uomo aveva raggiunto la zona di sicurezza. In tal caso ci sarebbe stata una violazione dell’armistizio da parte della Corea del Nord.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Yemen colera

Yemen: Quasi un milione di sospetti casi di colera

Read More →