Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

L’Australia vuole chiudere uno dei campi profughi in Papua Nuova Guinea

By   /   31 ottobre 2017  /   Commenti disabilitati su L’Australia vuole chiudere uno dei campi profughi in Papua Nuova Guinea

Papua Nuova Guinea profughiSecondo fonti giapponesi, sono centinaia i profughi e chiedenti asilo che si rifiutano di lasciare il campo dell’isola di Manus, in Papua Nuova Guinea, che il governo australiano ha deciso di chiudere entro domani.

Il governo australiano ha dato loro un ultimatum e la possibilità di scegliere se continuare a rimanere e farsi una nuova vita nell’isola di Papua Nuova Guinea, ritornare nei loro luoghi di provenienza o essere trasferiti in altri Paesi come la Cambogia. Il provvedimento vale anche per coloro che hanno i requisiti di richiedenti asilo.

Come è noto, l’Australia utilizza i campi di Manus e di Nauru in Papua Nuova Guinea come centri per lo smistamento dei profughi che chiedono asilo in Australia. Ora, dopo che la Suprema Corte della Papua Nuova Guinea ha dichiarato incostituzionale la loro detenzione nel campo di Manus, il governo ha deciso di chiuderlo, tagliando, già da domani, viveri, luce e acqua, come stabilito dal Ministro Australiano per l’immigrazione, Peter Dutton.

Secondo il Ministro per l’immigrazione della Papua Nuova Guinea, Petrus Thomas, la metà degli immigrati che vivevano nell’isola di Manus hanno volontariamente lasciato il campo e sono ritornati nei Paesi di provenienza, mentre in tutta l’isola permangono ancora 600 rifugiati e 201 chiedenti asilo, mentre alcuni già vivono integrati nella comunità locale.

I profughi rimasti nel campo di Manus, per paura si rifiutano di lasciare il campo e si sono asserragliati, bloccando il cancello di accesso. Intanto, tutto il personale della sicurezza ha abbandonato il campo che allo scadere dell’ultimatum passerà sotto il controllo dei militari della Papua Nuova Guinea. La forte preoccupazione è che i militari potrebbero usare la forza per sgomberare l’area.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Yemen colera

Yemen: Quasi un milione di sospetti casi di colera

Read More →