Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Continua il dialogo per la riunificazione tra Fatah e Hamas

By   /   11 ottobre 2017  /   No Comments

Accordo Fatah HamasSotto l’egida del governo egiziano, si sono tenuti ieri i primi colloqui tra Hamas e Fatah, le due principali anime palestinesi, al fine di raggiungere all’unificazione dei movimenti, in lotta da oltre dieci anni, e, di conseguenza, il miglioramento della qualità della vita dei palestinesi e degli abitanti della Striscia di Gaza in particolare.

La riunione si pone sulla scia dell’apertura al dialogo iniziata la scorsa settimana con la cessione da parte di Hamas delle responsabilità sulla Striscia di Gaza all’Autorità Palestinese del Presidente Mahmoud Abbas. Hamas, che dal 2007 governava la Striscia di gaza, ha infatti ceduto gli uffici del suo gabinetto al Primo Ministro Palestinese, Rami Hamdallah, che, come Capo della Sicurezza, avrà quindi giurisdizione su Gaza.

La riunione del Cairo si è tenuta presso il Quartier Generale dei Servizi di Sicurezza egiziani e, sulla base dei comunicati emessi a fine incontro, entrambe le parti si sono dette soddisfatte, definendo l’incontro costruttivo e positivo.

I colloqui hanno lo scopo di definire i dettagli per implementare gli accordi di riconciliazione firmati al Cairo nel 2011 che avevano come obiettivo la riunificazione, la rimozione delle riserve espresse nel 2009 e le elezioni nazionali e presidenziali entro un anno dalla firma dell’Accordo stesso. Alle lezioni dovevano partecipare entrambi, Hamas e Fatah.

Il controllo della Striscia di Gaza e la natura di Hamas come movimento armato avevano costituito il principale ostacolo agli Accordi di Oslo tra l’Autorità Palestinese e Israele.

La riunione di ieri non ha sciolto dubbi e divergenze, In particolare, rimane da definire la posizione dei quasi 50.000 dipendenti civili e militari di Hamas, di cui circa 25.000 combattenti ben equipaggiati e armati, protagonisti delle 3 intifada o guerre combattute dal 2008 ad oggi contro Israele.

Alla prossima riunione, sempre sotto il patrocinio del governo egiziano, saranno invitati anche i capi delle altre fazioni e autorità politiche palestinesi.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Scandalo Nissan

Scandalo Nissan: sospesa la produzione in Giappone

Read More →