Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Russia-Turchia difendono l’integrità di Iraq e Siria

By   /   29 settembre 2017  /   Commenti disabilitati su Russia-Turchia difendono l’integrità di Iraq e Siria

Putin ErdoganNell’incontro di ieri, Erdogan e Putin si sono detti d’accordo per mantenere l’integrità della Siria e dell’Iraq, ritenendo, di fatto, illegittimo il referendum curdo dello scorso 25 settembre.

Durante la conferenza stampa, Putin ha sottolineato che, pur rispettando i curdi, la Russia è per la sovranità, l’unità territoriale e l’integrità dell’Iraq. Pur avendo forti legami commerciali con la regione autonoma curda, entrambi hanno criticato il referendum, minacciando sanzioni economiche e risposte militari.

Secondo il Presidente Erdogan il referendum curdo non ha alcuna legittimità sia in termini costituzionali (Costituzione Irachena), sia secondo le leggi internazionali. La Turchia combatte da circa 30 anni i curdi ai suoi confini meridionali e ora teme che il voto referendario dei curdi nel nord dell’Iraq possa incendiare i loro animi. “Nessuno ha il diritto di mettere fuoco nella nostra regione. In questo delicato momento, dopo il referendum, abbiamo il diritto di prevenire che il Governo Regionale Curdo compia un grosso errore”.

Per quanto riguarda la Siria, entrambi i leader, anche se in passato si sono schierati su fronti opposti, si sono detti pronti a lavorare insieme per porre fine al conflitto siriano e favorevoli alla creazione di 4 zone di “de-escalation”, tra cui la provincia di Idlib. Quest’ultima, abitata da circa 2 milioni di persone, è controllata dai militanti del Fronte Nusra, e, secondo l’Osservatorio Siriano dei Diritti Umani, da 10 giorni è sotto attacchi aerei che hanno provocato la morte di almeno 150 civili.

Oltre gli aspetti di politica internazionale, i due leader hanno affrontato 2 argomenti di carattere economico: la realizzazione del gasdotto che dalla Russia dovrebbe rifornire la Turchia, e della costruzione della centrale nucleare che dovrà essere costruita in collaborazione presso Akkuyu. “Poniamo grande importanza alla realizzazione che questi progetti vengano realizzati rapidamente, superando altrettanto rapidamente alcune divergenze”.

di Vito DiVentura

    Print       Email

You might also like...

Scandalo Nissan

Scandalo Nissan: sospesa la produzione in Giappone

Read More →