Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Gli aerei di linea giapponesi si uniformano alle norme Trump

By   /   18 luglio 2017  /   Commenti disabilitati su Gli aerei di linea giapponesi si uniformano alle norme Trump

aereo giapponeseIl Giappone si allinea all’“Electronics Ban” voluto dall’Amministrazione Trump e si dota dell’”Explosive Trace Detector”. Sono scattati i primi controlli, per i voli diretti per gli Stati Uniti, sugli apparecchi elettronici di grandezza superiore agli smartphone: computer, tablet, e-book e macchine fotografiche, etc….

Come è noto, a marzo l’Amministrazione statunitense, subito seguita da quella britannica, aveva varato misure preventive contro possibili atti terroristici, proibendo di portare a bordo degli aerei di linea provenienti da 10 paesi del Medio Oriente e dal Nord Africa apparecchi elettronici superiori ai cellulari. Dopo le numerose proteste, successivamente, a giugno, la lista è stata estesa a 280 aeroporti di 105 paesi, compreso il Giappone, ma il divieto ai laptop e altri apparecchi veniva ritirato.

Gli Stati Uniti hanno chiesto che negli aeroporti venisse adottato il cosiddetto “Explosive Trace Detector”, un apparecchio in grado di rilevare residui di esplosivo invisibili ad occhio nudo.

Le due maggiori compagnie aeree giapponesi, la Japan Airlines Co. e la ANA Holdings Inc., hanno iniziato ad adottare tale sistema nei principali aeroporti da cui partono aerei con volo diretto, senza scalo, negli Stati Uniti. Sembra che non ci siano stati incidenti di rilievo, ma chiaramente i tempi di imbarco sono aumentati.

Per quanto riguarda l’Italia, il Comitato interministeriale per la sicurezza dei trasporti aerei e degli aeroporti (Cisa), presieduto dall’Enac, ha stabilito di non adeguarsi a tali misure restrittive, poiché, come da documento finale del Comitato “non sono emerse evidenze tali da rendere necessario un ulteriore innalzamento delle misure di sicurezza già in vigore”.
di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Austrian Foreign Minister Kurz addresses the media in Vienna

L’Austria svolta a destra

Read More →