Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Iran: Ultime ore di campagna elettorale per le presidenziali

By   /   18 maggio 2017  /   Commenti disabilitati su Iran: Ultime ore di campagna elettorale per le presidenziali

Elezioni presidenziali in IranDomani si voterà per  eleggere il 12esimo presidente della repubblica iraniana. Dopo la presentazione delle oltre 1.600 candidature, solo 6 sono stati ritenuti idonei, di cui 3 conservatori, 2 centristi e un riformista. Ma dopo del ritiro da parte del Vice Presidente, Eshaq Jahangiri, e del sindaco di Teheran Mohammad Baqer Qalibaf, a concorrere sono rimasti in 4: l’attuale presidente Hassan Rouhani, classe 1948; Ebrahim Raisi, classe 1960, custode e presidente del Santuario dell’Imam sciita Reza della città di Mashhad; Mostafa Agha Mirsalim, classe 1947, professore assistente di ingegneria meccanica all’Amirkabir University of Technology di Teheran; Mostafa Hashemitaba, classe 1946, già ministro dell’industria dal 1981 al 1982, vice presidente e capo del Comitato Olimpico Iraniano dal 1994 al 2001.

Le chances per Rouhani di ottenere un secondo mandato di 4 anni sono molte. E’ stato lui a rilanciare l’Iran in campo internazionale dopo la completa chiusura del suo predecessore, Mahmoud Ahmadinejad. In particolare, vanno ricordati i successi ottenuti con gli accordi sul nucleare, stipulati nel 2015. In politica interna ha ridotto l’inflazione e aumentato la crescita economica, ha concesso maggiori libertà individuali e di informazione, sostenuto i diritti delle donne, nominando proprio una donna, Marzieh Afkham, prima portavoce del Ministero degli Esteri e poi Ambasciatrice iraniana in Malesia.

Il principale concorrente è Ebrahim Raisi, la cui ascesa politica è passata attraverso la nomina a Pubblico Ministero di diverse città, tra cui Teheran, carica mantenuta dal 1989 al 1994; dal 2004 al 2014 è stato primo Vice Capo della Giustizia e poi nominato Procuratore Generale, carica mantenuta fino al 2016. Nel suo programma politico c’è la lotta alla povertà e alla corruzione, attraverso un cambiamento radicale dell’Amministrazione statale.

Degli altri due concorrenti, sabato scorso, a sorpresa, anche Mostafa Hashemitaba ha comunicato di ritirarsi, proponendo di votare per Rouhani.
di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Yemen colera

Yemen: Quasi un milione di sospetti casi di colera

Read More →