Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Missione Difesa  >  Current Article

Il Napoli regala palloni e magliette ai giovani calciatori di Erbil, in Iraq

By   /   4 maggio 2017  /   Commenti disabilitati su Il Napoli regala palloni e magliette ai giovani calciatori di Erbil, in Iraq

34ad02a6-ce96-4913-ab26-8fe2ad42c1a3dsc_0101Medium

L’erba del prato del campo di calcio tagliata di fresco. L’entusiasmo dei ragazzini desiderosi di sfidarsi rincorrendo un pallone. Una scena che si ripete ogni giorno negli oratori, nei campetti da gioco.

Accade anche allo stadio di Erbil, il capoluogo del Kurdistan iracheno, dove nei giorni scorsi il generale Francesco Maria Ceravolo comandante dell’Italian National Contingent Command Land, nell’ambito dell’operazione “Prima-Parthica”, ha consegna alla FC Erbil l’equipaggiamento sportivo che è stato donato dalla Società Sportiva Calcio Napoli.

Il Napoli ha inviato in Iraq 25 palloni e delle magliette manifestando così il proprio sostegno al lavoro quotidianamente svolto dalla dirigenza del club calcistico locale per consentire a più di 140 giovani di praticare sport e sognare di diventare un giorno calciatore professionisti.

A fare da tramite tra la società napoletana e quella irachena è stato un tenente della riserva selezionata dall’Esercito, originario di Napoli, che attualmente presta servizio proprio in Iraq. Il generale Ceravolo, dopo aver consegnato i doni, ha ricordato ai giovani allievi “l’importanza dello sport, per educare al rispetto verso gli altri, alla disciplina e alla civile convivenza”.“Confrontarsi nello sport è scuola di vita e, per questi ragazzi, anche il gioco del pallone può aiutare a costruire un futuro migliore: di questo impegno va sicuramente dato atto ai vostri insegnanti”.

Ha poi concluso sottolineando la generosità dell’iniziativa della Società del Napoli “fedele alla millenaria tradizione di umanità della città di Partenope”.

    Print       Email

You might also like...

1

I Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale recuperano dipinto trafugato trentacinque anni fa

Read More →