Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Colombia: Forse 2 italiani tra gli oltre 250 morti di Mocoa

By   /   3 aprile 2017  /   Commenti disabilitati su Colombia: Forse 2 italiani tra gli oltre 250 morti di Mocoa

Mocoa 2Il torrente di acqua e fango che si è abbattuto sulla cittadina di Mocoa, nella regione del Putumayo a sud della Colombia, ha raso al suolo parte della città, provocando la morte di oltre 250 persone, di cui una sessantina di bambini, il ferimento di centinaia e altrettanti dispersi. Tre la vittime ci sarebbero 4 stranieri, tra cui forse 2 italiani. La notizia non è stata ancora ufficializzata dalla Farnesina.

Purtroppo, il numero delle vittime è destinato tragicamente a salire, mano a mano che i soccorritori riescono a districarsi tra il fango, le pietre, i tronchi di alberi, che dalla montagna sono stati letteralmente scaraventati sulle case, e le carcasse delle auto e tutti gli effetti che si trovavano nelle case.

Il disastro è stato causato dalle abbondanti piogge cadute nei giorni scorsi, nella notte tra venerdì e sabato scorso, che hanno provocato lo straripamento di 3 fiumi che circondano la città, di circa 40 mila abitanti, ai piedi di un bacino naturale.

Il pericolo era noto e di recente la situazione si è aggravata a causa delle deforestazione e della costruzione di case proprio nei pressi dei fiumi. Un rapporto idrologico del 1989 del Ministero dell’Agricoltura aveva messo in guardia proprio sulla possibilità di un tale evento ed aveva previsto di rinforzare gli argini dei fiumi, incanalare il corso d’acqua lontano dalla città e ripristinare parte della foresta. Ma, a quanto pare, nulla è stato fatto.

Il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha dichiarato lo stato di calamità per consentire lo snellimento del meccanismo burocratico e lo stanziamento dei fondi necessari a far fronte all’emergenza. Lo stesso Presidente, in visita all’area colpita, ha precisato che la macchina dei soccorsi è in azione e che dovrà far fronte alle esigenze di cibo, acqua, elettricità e di ripristino della viabilità.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Proteste in Venzuela

Venezuela: continuano le proteste nonostante i morti e la dura repressione

Read More →