Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

UCL – Verso i Quarti: certezza Monaco, sorpresa Leicester o una Big per la Juve

By   /   16 marzo 2017  /   Commenti disabilitati su UCL – Verso i Quarti: certezza Monaco, sorpresa Leicester o una Big per la Juve

Nella serata di ieri si è completata la prima fase ad eliminazione diretta della Uefa Champions League. Nella mattinata di domani, alle 11:45, l’urna di Nyon ci svelerà quali saranno gli accoppiamenti in vista dei quarti, dove non esistono più teste di serie e saranno possibili i derby. Andiamo a scorrere i verdetti conclusivi ieri.

HABITUÉ – Chi ha fatto il proprio dovere senza particolari affanni, oltre alla Juventus, sono state le due squadre di Madrid – Real e Atletico – e le due tedesche Bayern e Borussia. I Campioni in Carica hanno regolato, come sappiamo, un coraggioso – e a tratti bel – Napoli di Sarri grazie alle testate di capitan Sergio Ramos. I Colchoneros di Simeone – unico tecnico sempre ai quarti negli ultimi 4 anni – hanno amministrato sapientemente il 4-2 esterno dell’andata, inchiodando il Bayer Leverkusen sullo 0-0 al ritorno. Ancelotti invece, con il suo Bayern Monaco ha di fatto messo fine alla lunga storia d’amore tra l’Arsenal e Wenger, seppellendo i Gunners sotto il peso di 10 reti tra andata e ritorno. Agevole, infine è stato il compito di ribaltare l’1-0 subito al ‘Da Luz’ per Aubameyang e soci: 4-0 netto a Dortmund e qualificazione meritata ai quarti per i gialloneri di Tuchel.

DELUSE DI LUSSO – I grandi sconfitti di questi ottavi di finale di Champions League sono gli sceicchi d’Europa Psg e Manchester City. Costruiti per primeggiare in campo continentale, sotto la guida di due tecnici spagnoli che hanno vinto molto nel recente passato (Emery e Guardiola), parigini e citizens hanno subito clamorosi ribaltoni dopo le goleade dell’andata in casa. Detto e ridetto della remuntada polemica del ‘Camp Nou’ (clicca qui per il pezzo), il 3-1 con cui il sorprendente – per alcuni – Monaco di Jardim ha saputo pareggiare il 5-3 fissato in Inghilterra, ha comunque del prodigioso fino a un certo punto. La squadra del principato gioca ad una velocità difficilmente contrastabile per qualsiasi avversario, e i 127 gol stagionali già messi a segno le conferiscono autorità e rispetto nei confronti delle più blasonate rivali; il diciottenne Mbappé e solo la punta di un iceberg che potrà fare ancora vittime illustri nella competizione.

OUTSIDER – Chi è di colpo ritornato a stupire è si, invece, il Leicester City. Il quale ha fatto della Coppa il suo terreno di caccia prediletto così come lo scorso anno lo era stato la Premier League. Liberatesi dell’ingombrante condottiero, Claudio Ranieri, le Foxes sono tornate ad essere incisive come la passata stagione, scrollandosi dal torpore che le aveva relegate nei bassi fondi del campionato inglese, e facendo valere la legge del ‘King Power Stadium’ in Champions League anche sul Siviglia di Sampaoli. Lo storico passaggio alla fase successiva, con appena il 30% medio di possesso palla, erge come unici eroi stavolta i senatori dello spogliatoio: Vardy, Morgan e Albrighton, autori dei gol; oltre a Kesper Schmeichel, protagonista forse più di tutti, avendo neutralizzato un rigore agli andalusi in entrambe la partite – cosa mai riuscita a nessun portiere in questo torneo – sotto gli occhi di papà Peter.

Che si tratti di corazzate, di certezze o di sorprese, la sensazione è che la Juventus di Allegri dovrà in ogni modo ingranare almeno due marce superiori a quelle occorse per avere la meglio dello sciagurato Porto se vuole continuare a cullare il dolce ‘sogno dalle grandi orecchie’.

    Print       Email

You might also like...

wpid-5892f8fb8cd3519232000001-2.jpg

EL – Man U: avanti col brivido (e Ibra va k.o.). Celta, Ajax e OL sulla via di Stoccolma

Read More →