Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Libri  >  Current Article

Diario di viaggio e incontro di civiltà diverse tra le montagne dell’Hindukush

By   /   10 marzo 2017  /   Commenti disabilitati su Diario di viaggio e incontro di civiltà diverse tra le montagne dell’Hindukush

Cantare-tra-le-mani_largeTe ne accorgi subito che è un diario di viaggio per la mole di pensieri che potrebbero apparirti buttati lì alla rinfusa anche se poi, a leggerli con attenzione, capisci che un senso lo hanno.

Pensieri più lunghi ed articolari intervallati da frasi brevi, talvolta da poche parole e da foto in bianco e nero scattate con una macchinetta fotografica vintage.

Una testimonianza sulla bellezza e la profondità dell’incontro tra civiltà diverse e sulla complessità che ogni autentico dialogo tra mondi, da sempre, riserva.

C’è tutto questo nel libro “Cantare con le mani” di Martino Nicoletti (Lindau Editore) che è il racconto di un lungo viaggio dell’autore, nella regione montuosa dell’Hindukush, fra Pakistan e Afghanistan.

É nel villaggio di Buni, dove è ospite di un ismailita, che si ferma e presta il suo servizio come insegnante di inglese e arte presso una scuola privata.

Il libro offre un inedito spaccato della vita e dell’universo spirituale degli ismailiti, uno dei gruppi più affascinanti e controversi dell’Islam sciita. Una minoranza religiosa ricca e complessa, caratterizzata da una fede indiscussa nella figura dell’Imam e da una spiccata vocazione mistica. Si viene condotti per mano in un viaggio nel quale l’autore ci accompagna con uno stile costellato di metafore. Ci racconta i volti dei bambini e delle bambine, i burqa delle donne, i bazar popolati di cose e di polvere, il viso degli anziani, i panorami mozzafiato, la povertà e nello stesso tempo la dignità della gente. Sullo sfondo la minaccia dei talebani.

Un viaggio che scava un solco nel cuore dell’autore e che non può lasciare insensibile il lettore.

    Print       Email

You might also like...

images

Afghanistan: la nuova guerra dell’oppio

Read More →