Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Erdogan accusa di nazismo la Germania

By   /   6 marzo 2017  /   Commenti disabilitati su Erdogan accusa di nazismo la Germania

erdoganIl confronto tra la Turchia e la Germania si fa sempre più duro, dopo che il Presidente Turco Erdogan ha accusato il governo di Angela Merkel di applicare “pratiche naziste”, per aver vietato ad alcuni suoi ministri di svolgere comizi per la campagna referendaria del prossimo aprile a favore della riforma presidenziale.

In un discorso televisivo a Istanbul, Erdogan si è espresso dicendo che il governo tedesco: “non ha nulla di democratico e che le sue azioni non differiscono da quelle applicate in passato dai Nazisti”.

Parole forti che hanno provocato una immediata e ferma reazione da parte di tutte le forze politiche tedesche che da più parti hanno definito il paragone “inaccettabile”, e “oltraggioso”. Non si è invece, ufficialmente, ancora espressa la Cancelliera Merkel.

In sintesi, cavalcando l’onda favorevole dopo il fallito colpo di stato, Erdogan vuole garantirsi il voto dei turchi europei, di cui una fetta consistente di circa 3 milioni vivono in Germania, per essere certo che la riforma presidenziale, che aumenterebbe enormemente il suo potere, passi. Perciò, ha dato mandato ai suoi collaboratori di fare campagna promozionale a favore del referendum. Ma le autorità locali hanno vietato i comizi per motivi di sicurezza.

Tra la Germania e la Turchia i malumori sono sorti immediatamente dopo il fallito colpo di stato del luglio 2016. La Turchia vorrebbe gli Ufficiali che si sono rifugiati in Germania, mentre Berlino accusa Ankara di violare i diritti umani avendo avviato una vera e propria caccia ai dissidenti.

Ma tra accuse e contro accuse, la partita tra i due Paesi è aperta anche per il corrispondente del “Die Welt”, Deniz Yucel, che il mese scorso è stato fermato e arrestato in Istanbul, con l’accusa di “propaganda terroristica”. La Germania ne ha chiesto la scarcerazione e il prossimo mercoledì si incontreranno i due Ministri degli Esteri proprio per definire il caso, che in questo clima surriscaldato rischia di assurgere a “simbolo”.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Proteste in Venzuela

Venezuela: continuano le proteste nonostante i morti e la dura repressione

Read More →