Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Arte  >  Current Article

Frida Kahlo, Diego Rivera e l’arte messicana

By   /   24 febbraio 2017  /   Commenti disabilitati su Frida Kahlo, Diego Rivera e l’arte messicana

Foto kahlo Rivera

A Bologna fino al prossimo 26 Marzo è visitabile una mostra accattivante che ci riporta nell’atmosfera magica del periodo d’oro dell’arte del Messico del XX secolo, presentandoci opere di vari artisti messicani capeggiati da una coppia d’eccezione: Frida Kahlo e Diego Rivera.

La curatrice dell’evento “La Collezione Gelman: arte messicana del XX secolo. Frida Kahlo, Diego Rivera, Rufino Tamayo, Maria Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Ángel Zárraga” è Gioia Mori che come location per la rassegna ha scelto lo storico Palazzo Albergati.

Per assaporare nel modo migliore lo spirito dell’evento occorre contestualizzare il periodo della storia messicana preso in considerazione, esattamente tra gli anni Venti e Sessanta in cui si verificò una vera e propria rinascita delle arti. All’epoca i coniugi Gelman, di cui Jacques era figura nota per la propria attività di produttore cinematografico, si appassionarono agli artisti del paese sudamericano.

Nacque così la Collezione Gelman con l’acquisto di capolavori dei principali artisti messicani ed in particolare quelli di Frida e Diego, celebri in tutto il mondo non solo per la loro arte ma anche per la loro esplosiva storia d’amore. La Collezione Gelman è considerata oggi tra le più importanti raccolte d’arte messicana del XX secolo.

La kermesse felsinea vuole presentare proprio le testimonianze più rilevanti tratte da questa collezione illuminata: non solo quadri ma anche abiti, gioielli, fotografie d’epoca, disegni e ricostruzioni ambientali, che consentono una full immersion in quel periodo aulico e ci svelano anche gli aspetti meno noti della creatività di Frida e Diego.

Tra le importanti opere in mostra quelle del muralista David Alfaro Siqueiros, del pittore ed incisore Rufino Tamayo (suoi i lavori “Tetti” e “Ritratto di Cantinflas“) nonché della pittrice Maria Izquierdo con due scene circensi del 1940 e con “Naturaleza viva” del 1946. Ma l’interesse dello spettatore finisce gioco forza per concentrarsi sui capolavori di Frida e Diego.

Non per nulla la famiglia di collezionisti Gelman commissionò la maggior parte delle opere proprio a questi due maestri ed in particolare richiese loro una serie di ritratti tra cui “Ritratto di Natasha Gelman” di Diego Rivera ed il piccolo quadro avente lo stesso titolo dipinto da Frida Kahlo.

Il primo piano di Palazzo Albergati è dedicato a Diego Rivera, muralista e pittore di cui possiamo ammirare lavori come “L’ultima ora” (1915) testimonianza della sua fase cubista, “Paesaggio con cactus” (1931) e “Ritratto di Cristina Kahlo” (1934) in cui raffigurò la sorella di Frida, oltre a due tele del 1943, “Girasoli” e “Venditore di calle“.

Al secondo piano del palazzo bolognese spazio all’estro di Frida Kahlo, vera icona fashion, pittrice dell’interiorità e dell’autorappresentazione, che fu anche attiva rivoluzionaria e anticipatrice del movimento femminista. Le sue opere sono note per la raffigurazione della sofferenza che ha caratterizzato la sua esistenza travagliata.

Significativa la ricostruzione della sua camera da letto da cui, inferma, diede vita a celebri lavori. Di Frida si ricordano altresì i costumi molto colorati che contribuirono alla sua immagine fashion e che hanno ispirato stilisti come Gianfranco Ferrè, Antonio Marras e Valentino. Alcuni abiti di questi stilisti sono presentati per la prima volta nel corso della rassegna.

Imperdibili vari capolavori di Frida che testimoniano la sua storia sentimentale come “Ritratto di Diego” (1937), “L’Abbraccio amorevole dell’universo, la terra (il Messico), Diego, io e il signor Xolotl” (1949), nonché alcuni celebri autoritratti tra cui “Autoritratto con treccia” (1941) e “Autoritratto con le scimmie” del 1943.

La rassegna prodotta da Arthemisia Group, ha dunque come protagonista una delle più famose coppie di artisti al mondo. Ma sullo sfondo della storia d’amore di Frida e Diego rivive, anche grazie a fotografie di celebri scattisti, il sorprendente mondo messicano che fece da contorno alle loro passioni.

di Aurora Portesio

La Collezione Gelman: arte messicana del XX secolo. Frida Kahlo, Diego Rivera, Rufino Tamayo, Maria Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Ángel Zárraga
a cura di Gioia Mori
dal 19 novembre 2016 al 26 marzo 2017
Palazzo Albergati, Via Saragozza 28, Bologna
orari: tutti i giorni ore 10-20

    Print       Email

You might also like...

Foto Bill Viola

La videoarte di Bill Viola

Read More →