Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Libri  >  Current Article

“In viaggio con la Jihad”: reportage di frontiera tra l’Afghanistan e la Siria

By   /   13 Gennaio 2017  /   Commenti disabilitati su “In viaggio con la Jihad”: reportage di frontiera tra l’Afghanistan e la Siria

6783408Non servono per forza una valigia ed un biglietto aereo per arrivare lontano.

A volte può bastare un libro che ci conduca per mano in posti remoti nei quali magari non potremmo mai arrivare perchè difficili da raggiungere o pericolosi per la situazione geopolitica che li attanaglia. Ci basti pensare all’Afghanistan ed alla Siria ad esempio.

L’Afghanistan, il giardino dell’Asia Centrale, sogno di tutti i viaggiatori e meta del turismo hippy degli anni 70, è diventato luogo di terrore a causa del regime talebano. Da decenni nessuno vi entra, se non per motivi legati alla guerra. É il caso dei militari che si trovano in missione lì per esempio. La jihad moderna, che lì è nata, ha poi cambiato luogo spostandosi in Siria. Questo paese, è sempre stato laico e rispettoso delle diversità religiose, ma, ormai da anni, si trova a combattere contro nuovi gruppi ribelli il cui unico obiettivo è la restaurazione di un califfato.

Con il libro “In viaggio con la Jihad” l’autore Giovanni Verga, giornalista e scrittore, svela i meccanismi e le radici di queste guerre, che mostrano di avere origini lontane nel tempo quando, dopo la Prima Guerra Mondiale, gli occidentali decisero di spartirsi l’Impero ottomano ignorando le differenze etniche e religiose delle popolazioni che lo componevano. Un nuovo viaggio a Damasco nel quarto anno di guerra cerca di spiegare le nuove trasformazioni anche attraverso la visita ai più grandi campi profughi siriani.

Verga conduce il lettore prima in Afghanistan, all’ospedale di Emergency a Kabul, poi ad Herat, una delle città più evolute del Paese e sede del contingente italiano, ed anche a Shindand dove per anni hanno operato anche i nostri soldati.

Nella seconda parte di “In viaggio con la Jihad” Verga porta il lettore in Siria e gli svela, attraverso i suoi occhi, la Damasco nella quale campeggiano ovunque i ritratti di Assad, ma anche la città di Aleppo sotto assedio ed infine la meravigliosa Palmira con le sue bellezze archeologiche minacciate dall’Isis.

Un viaggio per scoprire un po’ più da vicino i drammi che attanagliano due Paesi impegnati quotidianamente in una lotta contro i talebani e contro i miliziani dell’Isis.

    Print       Email

You might also like...

La scelta del libro

Read More →