Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Serie A  >  Current Article

Milan – Seconda giovinezza: Chievo k.o. e Juve all’orizzonte

By   /   17 Ottobre 2016  /   Commenti disabilitati su Milan – Seconda giovinezza: Chievo k.o. e Juve all’orizzonte

Un gioco da ragazzi: potremmo grossolanamente rissumere così il successo esterno del Milan sul Chievo Verona, non tanto per il risultato finale di 3-1, quanto perché i rossoneri hanno sconfitto gli avversari schierando un undici iniziale di ben 8 anni più giovane rispetto ai clivensi.

Mentre l’Inter si lecca le ferite a seguito dell’ennesimo scivolone interno, e il Napoli tenta di metabolizzare i tre ceffoni romanisti, la squadra di Montella si ritrova così seconda in classifica – ad inseguire la Juventus – in compagnia proprio del suo ex tecnico Luciano Spalletti; merito del grande lavoro svolto fin qui dall’Aereoplanino e della voglia messa sul campo dai giocatori.

Se i vari Niang (in gol al 46′), Suso, Romagnoli, De Sciglio e Donnarumma non sono più sorprese, la novità di serata era rappresentata dal classe ’98 Manuel Locatelli, alla seconda da titolare in A: chiamato a sostituire il capitano Riccardo Montolivo, Locatelli ha espresso una prestazione di buona personalità nel cuore del centrocampo milanista, premiando di fatto la fiducia dimostratagli da mister Montella nel preferirlo all’acquisto estivo José Sosa. Devo ancora crescere molto, ma sono comunque felice per la vittoria e per la mia prestazione. – ha dichiarato il numero 73 a fine gara – Sostituire Montolivo non è per nulla facile, lui per noi è un esempio”.

Per l’esperto Chievo di Maran – squadra dall’età media più alta della Serie A con 30 anni – un risultato che non ridimensiona affatto il secondo miglior avvio di stagione della storia per i gialloblu. In partita fino al gol di Kucka, grazie al pressing dei suoi giocatori avanzati, i padroni di casa hanno offerto al Bentegodi una gara gagliarda; i problemi sono sorti invece quando c’è stato da rincorrere i freschi attaccanti avversari e il risultato.

    Print       Email

You might also like...

Ciao Davide!

Read More →