Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Libri  >  Current Article

Le ragazze

By   /   12 Ottobre 2016  /   Commenti disabilitati su Le ragazze

le-ragazzeImmaginare un romanzo come “Le ragazze” non è semplice! La prima cosa che colpisce il lettore appena inizia questo romanzo è lo stile, che lascia senza fiato, la seconda è scoprire la giovanissima età della scrittrice. Sono stata piacevolmente sorpresa nello scoprire che una donna di 24 anni fosse così preparata nell’affrontare un periodo storico così particolare come quello della fine degli anni sessanta. Emma Cline ha colto gli aspetti più oscuri e quelli più leggeri di un’epoca di grandi stravolgimenti culturali evitando di scrivere un romanzorevival nostalgico.

Tuttavia il libro di Emma Cline non si limita a raccontare quegli anni, ma tratta soprattuto dei temi difficili e controversi. L’autrice ci porta per mano nella vita di Evie, la protagonista de “Le ragazze”, e preparatevi perché non si tratta di un percorso semplice, ma di un viaggio verso l’inferno che vi lascerà senza fiato. Non ci troviamo in un modo edulcorato ma in un drammatico tassello della vita di una adolescente californiana. Per essere precisa ci troveremo innanzi ad Evie ormai adulta che rievoca i ricordi della sua giovinezza. Il romanzo è ambientato sia nel 1969, sia nel presente e vi stupirà per la sua crudele e cruda plausibilità. Evie è una donna che sopravvive facendo la badante, è perseguitata dalle scelte e gli incontri fatti quando aveva solo 14 anni. Una normalissima ragazza californiana di 14 anni affronta il divorzio dei genitori. Evie incontra casualmente un gruppo di ragazze che ai suoi occhi sembrano delle vere ribelli, fiere e selvagge. Scacciata più volte, lei si sente attratta dal loro modo di fare… al punto da entrare nel gruppo con la conseguenza che la sua vita ne verrà stravolta. L’incontro con il leader carismatico Russell segnerà il punto di non ritorno per la ragazza. La figura di Russell è chiaramente ispirata da quella di Charles Manson, mentre le ragazze a cui Evie si unisce, ricordano la sua famigerata famiglia.

Il romanzo è un terrificante viaggio nell’oscuro mondo della manipolazione, della violenza, degli abusi psicologici e fisici, della droga, dell’alcol, dello sfruttamento sessuale e dell’omicidio. La protagonista si troverà a subire ripetutamente abusi senza rendersene conto, anzi si sentirà grata ai suoi carnefici per averla indirizzata verso l’amore e la libertà. Una pedina inconsapevole di un gioco mostruoso che avrà un epilogo ancora più drammatico. Evie sarà usata da Russell come una bambola di pezza un oggetto da scambiare e sacrificare per ottenere quel che desidera. Emma Cline crea una trama coinvolgente che porta a riflettere sulla nostra reale capacità di comprendere le altre persone e sulle scelte bambinescamente scellerate della protagonista.

La domanda che vi seguirà pagina dopo pagina è: io cosa avrei fatto? Sinceramente vi troverete sconcertate da tali personaggi e dalla loro alta tossicità. Sono talmente pericolosi da non lasciar dubbio sulla loro pericolosità. Tuttavia Evie sembra non accorgersene presa dalla frenetica ricerca della libertà e della felicità. Un romanzo bellissimo e struggente. Drammatico e devastante. Un ritratto terrificante che è ancora drammaticamente attuale.  Un mix esplosivo che vi rapirà dalla prima all’ultima pagina. Come ogni volta che si legge un romanzo tradotto è fondamentale ricordare il grande lavoro svolto da Martina Testa che ci ha fatto il dono di una bellissima versione in italiano. Le ragazze vi farà commuovere e arrabbiare. Un libro da non perdere! Adatto a lettori adulti.

Emma Cline, Le ragazze, traduzione di Martina Testa, Einaudi Stilelibero Big, Torino, 2016, pagine 344, euro 18,00.
Di Laura Ester Ruffino

    Print       Email

You might also like...

American Gods

Read More →