Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Libri  >  Current Article

Cigni selvatici, tre figlie della Cina

By   /   19 Settembre 2016  /   Commenti disabilitati su Cigni selvatici, tre figlie della Cina

cigni-selvaticiL’autrice del romanzo, Jung Chang ha avuto la forza di condividere con il mondo la storia della sua famiglia. Sembra un gesto molto semplice ma nel suo caso diviene un atto di estremo coraggio. La Chang non si è limitata a postare su qualche social network le foto della sua famiglia elencando i nomi dei suoi parenti ma ha fatto una puntuale ricostruzione storica. Un lavoro che ha portato a nudo i caratteri e le inclinazioni dei suoi genitori e nonni e che contemporaneamente ci fornisce un quadro esaustivo della situazione cinese.

 

Una finestra su un mondo che si conosce solo in modo sommario. La Cina, sia per una questione culturale, sia per una questione politica, ha steso un velo di riservatezza sulla sua storia più recente rendendo più semplice agli appassionati di storia conoscere le dinamiche sociali del diciottesimo secolo rispetto, per esempio, a quelle degli anni sessanta del ventesimo.

 

L’autrice ricostruisce la storia della sua famiglia tramite la vita di tre donne: nonna, madre e figlia (l’autrice). Tuttavia non si tratta di un lavoro di tipo nostalgico, mi spiego meglio, edulcorato dalla nostalgia e dal desiderio di fornire il quadro di una famiglia perfetta.

 

“Cigni selvatici” è un libro affilato come una lama che ferisce l’anima dei lettori, catapultandoli in un mondo lontano, non tanto temporalmente, quanto culturalmente e socialmente. Tre donne vivono e lottano in Cina. La loro posizione sociale dovrebbe garantite una vita tranquilla ma non è così. Dovranno combattere fino all’ultimo respiro. Tra rivoluzione, guerra e lotte per il potere politico un romanzo che vi lascerà un profondo segno nell’anima.

 

Jung Chang non fa la scelta più semplice, ovvero quella di incensare il ruolo del nonno e del padre, ma decide di descrivere l’epopea della madre, della nonna e in fine la sua. La storia di donne forti e coraggiose che hanno combattuto (nel senso stretto del vocabolo) e sofferto in modo disumano per il loro Paese e che poi venivano annullate nel momento in cui tornavano a casa.

 

Il libro è anche arricchito da una esaustiva cronologia storica della Cina in cui viene interpolata quella della famiglia della Chang. Tutto ciò risulta fondamentale per orientarsi storicamente nel periodo che va dal 1870 al 1978. Sono presenti le foto di famiglia, estremamente belle ed interessanti, che servono a trascinare il lettore nell’atmosfera del libro. Un ricco albero genealogico e una cartina geografica della Cina. Tutti supporti fondamentali per i lettori.

Lo stile dell’autrice è elegante e raffinato oserei dire indispensabile per un viaggio nell’intimità di una famiglia. Naturalmente non si tratta di un libro di storia.

 

Un romanzo adatto a chi ama le epopee familiari che si intrecciano con la storia.

  Jung Chang, Cigni selvatici, tre figlie della Cina, Tea, Milano, 2014, pagine 687, euro 5,00.

 

 

Di: Laura Ester Ruffino

    Print       Email

You might also like...

Speciale Lucca Comics and Games 2019 – libri e serie tv

Read More →