Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Drone americano cercava di penetrare nello spazio aereo iraniano

By   /   30 Agosto 2016  /   Commenti disabilitati su Drone americano cercava di penetrare nello spazio aereo iraniano

A MQ-9 Reaper unmanned aerial vehicle prepares to land after a mission in support of Operation Enduring Freedom in Afghanistan. The Reaper has the ability to carry both precision-guided bombs and air-to-ground missiles. (U.S. Air Force photo/Staff Sgt. Brian Ferguson)L’Agenzia iraniana Tasnim ha reso noto che un drone americano, proveniente dalla base di Kandahar, in Afghanistan, ieri ha cercato di violare lo spazio aereo iraniano, ma ha cambiato rotta dopo essere stato scoperto dalla difesa aerea.

Secondo il Comandante della’Aeronautica Iraniana, Gen. Farzad Esmaili, a scoprirlo è stato il radar Nazir, di produzione iraniana, in grado di individuare dai missili balistici e cruise agli aerei stealth e anche piccoli oggetti volanti, come il drone.

Il 4 dicembre del 2011, l’Iran catturò un drone stealth americano, un RQ-170 prodotto dalla Lockheed Martin, che sorvolava la città di Kashmir. Gli americani ne richiesero la restituzione, ma Teheran non ha mai dato seguito alla richiesta, anzi i suoi ingeneri e tecnici lo hanno studiato per carpirne i dati e le tecnologie utilizzate. Teheran ha sempre sostenuto che il drone è stato fatto atterrare grazie alle contromisure elettroniche utilizzate.

Sicuramente questo episodio non contribuisce a rasserenare gli animi nella regione; animi già abbondantemente accesi specialmente dopo gli eventi di questi giorni, cioè dopo che la Turchia ha iniziato la sua operazione di terra “Scudo dell’Eufrate”, sopratutto per combattere e allontanare i curdi siriani dal confine. Mentre l’Iran e la Russia sono schierati a favore della Siria. E gli Stati Uniti sono nella Terra di Mezzo, e non riesce a difendere i curdi siriani che fanno parte della loro coalizione, perché non vuole tentare Erdogan.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

La Corea del Nord celebra il suo fondatore

Read More →