Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Videogiochi  >  Current Article

No man’s sky

By   /   17 Agosto 2016  /   Commenti disabilitati su No man’s sky

noman1 Solitamente le mie recensioni sono sui fumetti, difficilmente mi distolgo da questo campo. Poi c’è stato un piccolo evento! Ho acquistato una PS4 e… guada caso pochi giorni dopo è stato rilasciato il fatidico “No man’s sky”!

Cosa rende questo gioco talmente importante ed originale da spingermi ad una recensione?

Non entro nei meriti tecnici, perché non sono competente, ma vi basti sapere che l’universo creato dagli sviluppatori dello studio “Hello games” si basa su un algoritmo procedurale che permette la creazione di un universo verosimile contenente centinaia di migliaia di pianeti.

Ma come detto sopra io non mi voglio soffermare sulle questioni tecniche, quello che mi ha colpito di questo gioco, oltre alla sua natura atipica è la componente emozionale!

Immaginatevi di vedere le stelle che vi sfrecciano veloci accanto, poi d’improvviso… vi ritrovate naufraghi spaziali su un pianeta. Uno a caso, perché il famoso algoritmo genera un universo unico per ogni partita.

Nel mio caso mi ritrovo su un pianeta rigoglioso ma con un’atmosfera tossica. Le forme di vita animale sono tutte innocue e la flora non presenta nulla di aggressivo. Bisogna esplorare per trovare gli elementi con cui riparare la nave…perché con un universo a disposizione non ci vorremo fermare al primo pianeta che capita!

L’esplorazione dopo una prima fase in cui ho studiato la flora e la fauna (mandando i dati raccolti all’Atlas) mi ha portato all’incontro con un alieno… ma non ci siamo capiti molto bene… ognuno parlava la propria lingua (le lingue si possono apprendere nel corso del gioco).

L’esplorazione è stata lunga ma carica di soddisfazioni e di risorse da vendere in previsione della partenza dal pianeta.

noman2Tutto pronto? Ottimo! Si parte per lo spazio.

Ed eccomi finalmente come un Ulisse cosmico alla ricerca della propria rotta. Ma la curiosità (nel mio caso) mi porta ad esplorare subito il pianeta più vicino!

Il secondo pianeta è di una tristezza unica… non c’è flora ne fauna. Solo minerali e un radiofaro che trasmette un segnale di SOS!

Trovo il radiofaro. Incontro un alieno che è in difficoltà, lo aiuto e mi dona un dispositivo per “l’iperguida” da montare sulla mia nave. Dopo aver esplorato il pianeta brullo e aver raccolto risorse mi dirigo verso il prossimo pianeta!

Nello spazio capisco il motivo per cui il pianeta era tristemente deserto… era troppo vicino ad un sole. Mi dirigo allora verso un bel pianeta florido, verde e blu, segno che c’è varietà di vegetazione ed addirittura il mare.

Non mi sbagliavo, il pianeta è verde e rigoglioso…ma radioattivo! Quindi la tuta con il supporto vitale fa gli straordinari per mantenermi in vita bevendosi un quantitativo spropositato di zinco (che fortunatamente abbonda). Trovo tante risorse interessanti, non faccio incontri con alieni ma la fauna si rivela aggressiva. In più di un’occasione vengo attaccato da “granchi alieni” e una specie di balena mi attende nel suo habitat è famelica… ma non mi tuffo!

Dopo aver esplorato ed estratto risorse riparto per lo spazio. Qui mi reco ad una stazione spaziale dove vendere e comprare.

noman3Il mio viaggio spaziale si arresta… per ora… Domani continuerò l’esplorazione alla ricerca di nuovi pianeti se non addirittura di nuovi sistemi!

Quello che mi ha colpito di questo gioco è l’esperienza unica che regala. L’impressione di essere solo e insignificante in un universo così ricco e vario, ma anche l’idea di poter scoprire e lasciare il segno. Sicuramente è un gioco atipico, lontano “anni luce” da FPS o GDR, ma che fa della propria unicità il suo punto di forza. Molto belle le scelte stilistiche di design e colori. Bella la colonna sonora dinamica che segue gli avvenimenti del personaggio principale.

Un gioco che potrebbe deludere chi cerca avventura o azione ma che potrebbe far appassionare (come successo a me) chi ama le atmosfere magiche e il mistero.

Sicuramente “No man’sky” ha fatto parlare di se. È riuscito addirittura a mettere in ombra il tormentone estivo Pokemon Go!

Un gioco unico!

Adatto a giocatori di ogni età!

Da provare su Pc o PS4

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

DESTIN(O) DA BOSS

Read More →