Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Cinema  >  Current Article

J.J. Abrams compie 50 anni, ecco come ha rivoluzionato il mondo del cinema

By   /   28 Giugno 2016  /   Commenti disabilitati su J.J. Abrams compie 50 anni, ecco come ha rivoluzionato il mondo del cinema

J.J. AbramsCon il compimento dei cinquanta anni, J.J. Abrams, il ragazzo prodigio diventato grande promessa del cinema mondiale, si è definitivamente consacrato come uno dei migliori registi e autori del panorama televisivo e cinematografico internazionale.

Sono passati molti anni da quando appena sedicenne scrisse le musiche per Nightbeast di Don Dohler; adesso quel ragazzo divenuto uomo ha avuto il coraggio e la follia di rilanciare tre saghe epiche come quelle di Mission Impossible, Star Trek e Star Wars, facendo registrare per quest’ultimo il miglior incasso di sempre in Nord America e il maggior guadagnato per un episodio della saga.

Ma il suo essere visionario ha cambiato totalmente il modo di scrivere e dirigere le serie tv, infatti da quando è andata in onda la prima puntata di Lost questo mondo non è più stato lo stesso. Il suo modo di immaginare la televisione ha tracciato un profondo solco con il passato e se in molti pensavano che non sarebbe riuscito a superare se stesso ecco l’arrivo di Fringe, serie tv ibrido tra Alias, sua creatura, e X-Files. Forse le sue grandi doti provengono da quando, prima di intraprendere questa professione, era lui stesso fan accanito di alcune delle saghe più belle della storia del cinema. Infatti è proprio J.J. Abrams a raccontare di quando da bamibino scappò di casa per andare a vedere Star Wars al cinema. In tutte le sue opere si vede quella passione che forse ogni fan metterebbe se avesse l’onore di scrivere o dirigere un episodio delle serie o del film da lui preferito.

Cresciuto con i film di Spielberg e Lucas, ha raggiunto il suo sogno di poter lavorare con loro, come quando diresse Super 8 ispirato a E.T. e Incontri ravvicinati del terzo tipo.

Osannato o criticato, come tutti i più grandi divide il pubblico e la critica, le sue opere lasciano il segno, ma soprattutto tracciano la strada da seguire per gli altri autori e registi che da lui attingono a piene mani. Tra le sue tecniche preferite e tratto distintivo del suo stile, c’è sicuramente il lens flare, un riflesso di luce, usato centinaia di volte e quasi ossessivamente nei suoi film e serie tv, tanto da ricevere le ironiche cirtiche della moglie a causa del numero elevato di effetti di questo tipo.

Attualmente sta lavorando ad una mini serie tv sugli ultimi giorni del Re del Pop, Micheal Jackson, ma dichiara di essersi già pentito della scelta di non girare il nuovo episodio di Star Wars, di cui è produttore come anche per il prossimo Star Trek Beyond.

Nonostante il grandissimo successo che ha ottenuto e che continua ad ottenere questo regista, produttore e compositore di appena cinquanta anni non è tanto diverso dal sedicenne J.J. Abrams che era rimasto folgorato dallo scintillante mondo di Hollywood al quale si dedica anima e corpo.

    Print       Email

You might also like...

Fine settimana al cinema: Avengers e Ma cosa ci dice il cervello!

Read More →