Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Il Mar Cinese del Sud ritorna in fermento

By   /   18 Maggio 2016  /   Commenti disabilitati su Il Mar Cinese del Sud ritorna in fermento

Isole HuangyanL’elezione del nuovo Presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, ex sindaco di Davao, una città di circa 1,5 milioni di abitanti in cui ha governato per 20 anni, pone molti interrogativi sia per quelli che saranno i cambiamenti interni e sia per le linee di politica estera, quest’ultima legata soprattutto alle dispute territoriali con la Cina.

La Cina ritiene sue le isole Huangyan o Scarborough Shoal, una zona composta di una miriade di scogli disabitati, estesa quanto il Mar Mediterraneo, nelle cui acque sono stati scoperti ingenti giacimenti di petrolio e gas: circa l’80% del petrolio dell’Arabia Saudita e 5 volte le riserve di gas degli Stati Uniti.

Le Filippine, in via unilaterale, si sono rivolte al Tribunale Internazionale per un arbitrato internazionale secondo la Legge del Mare (United Nations Convention of the Law of the Sea – UNCLOS); arbitrato che la Cina disconosce, ritenendo che il tribunale internazionale non abbia giurisdizione.

Questa disputa coinvolge numerosi Paesi che si affacciano sullo stesso mare: Vietnam, Filippine, Indonesia e Malesia, che secondo Pechino sfruttano illegalmente tali risorse.

Ecco che allora arriva Capitan America in difesa dei più deboli, in particolare delle Filippine, storico alleato. La Cina ha però più volte ribadito che la questione è particolarmente sentita e reagirà a tutte le provocazioni. La dura reazione dell’ambasciatore cinese all’articolo apparso in questi giorni sulle pagine del Washington Post, è un’ennesima dimostrazione della sensibilità di Pechino sull’argomento.

L’elezione di Duterte, più conciliante verso la Cina, anzi alcuni sostengono che la sua campagna elettorale sia stata finanziata dai cinesi, perciò preoccupa molto gli Stati Uniti e la questione degli “scogli pericolosi”, per la loro posizione geo-strategica, ritorna di scena nella politica internazionale.  

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Abbattere i simboli delle ingiustizie razziali

Read More →