Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Altri sport  >  Current Article

Vogalonga 2016: domani migliaia di vogatori a Venezia

By   /   14 Maggio 2016  /   Commenti disabilitati su Vogalonga 2016: domani migliaia di vogatori a Venezia

Domani Venezia accoglierà uno degli eventi remieri più caratteristici in assoluto, la Vogalonga, cui, a tutt’oggi, hanno aderito circa 7.200 vogatori, ripartiti su 1.800 imbarcazioni, a conferma dell’interesse sportivo e turistico dell’evento.

L’idea della Vogalonga risale al 1974, quando in gruppo di amici vogatori di “mascarete” (tipiche barche veneziane), decisero di organizzare una regata per il giorno di San Martino.

VOGALONGA_2016_manifestoIn quegli anni, in un mondo che sempre più era volto al motore, gli appassionati della voga alla veneta erano pochi e isolati, ma il gruppo riuscì a coinvolgere Lauro Bergamo, allora direttore de Il Gazzettino, Toni Rosa Salva, da sempre attivo nel mondo delle regate, e Giuseppe Rosa Salva, noto per il suo impegno in difesa di Venezia.

Fu così che prese avvio l’organizzazione di una vogata non competitiva e di invitare tutti gli appassionati e tutti coloro che avevano “posato i remi” da troppo tempo ad unirsi contro per il ripristino delle tradizioni veneziane e contro il degrado della città e il moto ondoso.

Nacque così la Vogalonga, bandita il 26 gennaio 1975, e promossa attivamente dal comitato composto da: Lauro Bergamo, Carlo Gottardi, Delfo Utimpergher, Lilly Sirolla e dai Rosa Salva (Toni, Lalo, Pino e Paolo). “Un gruppo sparuto di veneziani“ li definirà Sandro Meccoli sulle pagine del Corriere della Serache, stanchi di ‘ciacolar’ e di ‘sentir ciacolar’ sulle sorti della città e della laguna, hanno richiamato i cittadini alle armi, ovvero all’arma di sempre, il remo”.

Giunta ormai alla sua 42° edizione, la manifestazione sportiva si è conservata nello spirito e nella forma, mantenendo quel retrogusto a metà tra magia e tradizione, il tutto amplificato dalla magnificenza della Serenissima, una perla la cui bellezza riecheggia da sempre a livello nazionale e internazionale.

Tornado ai giorni nostri, domattina alle 9.00, dopo il tradizionale alzaremi, sarà dato il via con un colpo di cannone: dal Bacino S.Marco, aggirata l’isola di Sant’Elena, i vogatori costeggeranno le isole delle Vignole, di Sant’Erasmo e di San Francesco del Deserto. A metà percorso si raggiungerà Burano e costeggiando le isole di Mazzorbo, Madonna del Monte e San Giacomo in Paludo, il corteo entrerà in Murano attraversando il suo Canal Grande. Giunti a Venezia, si passerà per il canale di Cannaregio e si raggiungerà il Canal Grande e quindi l’arrivo sito alla Punta della Dogana di fronte a San Marco.

La regata si concluderà alle 14:00, come voluto dall’Amministrazione Comunale, per permettere la regolare ripresa della circolazione nel Canal Grande.  

Redazione

    Print       Email

You might also like...

La Federazione Internazionale dei Roller Sports ha un Corporate Advisor

Read More →