Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Primo Maggio all’insegna della violenza

By   /   2 Maggio 2016  /   Commenti disabilitati su Primo Maggio all’insegna della violenza

1 maggio a ParigiIn tutto il mondo si è celebrato ieri il Primo Maggio, la festa dei lavoratori, e in quasi tutte le piazze si sono verificati violenze e scontri con la polizia.

A Parigi i cittadini hanno manifestato contro la riforma del lavoro che secondo il governo socialista dovrebbe ridurre la disoccupazione e rendere la Francia più competitiva concedendo alle industrie maggiore flessibilità. Concessioni che, secondo l’opposizione e i sindacati, vanno contro i diritti acquisiti dei lavoratori, mentre concedono vantaggi solo agli industriali.

Ci sono stati duri scontri con lancio di pietre e oggetti vari contro la polizia che ha risposto con gas lacrimogeni e bombe assordanti e con l’arresto di una ventina di dimostranti.

Stesse scene si sono ripetute in Turchia, dove migliaia di dimostranti si sono radunati e hanno cercato di raggiungere Piazza Taksim, simbolo delle proteste del 1977 in cui perirono 34 persone. La polizia anche in questo caso ha fatto ricorso ai gas lacrimogeni e ai cannoni d’acqua, arrestando 207 persone.

Anche In Russia, Gran Bretagna Filippine, Taiwan e Brasile, si sono svolte manifestazioni di protesta contro il governo, senza tuttavia toccare i livelli di Parigi. In particolare in Brasile, la marcia dei lavoratori nella capitale, San Paolo, si è trasformata in una manifestazione a favore della Presidente Dilma Rousseff accusata di corruzione e su cui è stata aperta, con voto favorevole del Parlamento, la procedura di impeachment, che tra 2 settimane sarà votata dal Senato.

La Rousseff ha promesso una manovra per ridurre le tasse alla classe media e costruire altre 25 mila case popolari, proposte che il leader dei sindacalista Paulinho da Forca ha definito questo il “disperato tentativo”.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE COME STRUMENTO DI DETERRENZA

Read More →