Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

CL – Il Real va in bianco a casa dell’ex Pellegrini: CR7 atteso al ritorno

By   /   27 Aprile 2016  /   Commenti disabilitati su CL – Il Real va in bianco a casa dell’ex Pellegrini: CR7 atteso al ritorno

image

È terminata 0-0 la prima semifinale della della Champions League 15/16 che ha visto affontarsi Manchester City e Real Madrid.

Sul punteggio a reti bianche dell’Etihad Stadium è pesata come un macigno l’assenza dei 47 gol stagionali di Cristiano Ronaldo, inchiodato in panchina per via delle noie muscolari che stanno tormentando il portoghese in questo finale di stagione. Non che le stelle in campo mancassero, ma la continuità e la naturale propensione di CR7 a decidere partite dal peso specifico elevato (come questa) è un valore aggiunto che negli altri protagonisti in questione ancora latita a certi livelli: il lusitano guida infatti la classifica marcatori del torneo con 16 centri (il doppio rispetto a chi insegue) e ha preso parte al 77% delle reti segnate dai Blancos in questa Champions (20 su 27); mentre Aguero e Benzema, ad esempio, sono a secco da tre gare in coppa e, ancor peggio, Bale è tutt’ora a caccia del suo primo gol stagionale nella competizione.

La squadra di Zidane, nonostante l’illustre assenza, ci ha provato in tutti i modi a battere già all’andata l’ex Pellegrini. Dopo un avvio stentato, che ha visto la prima conclusione a rete quasi alla mezz’ora con Otamendi, le Merengues hanno preso il controllo del gioco portando numerosi pericoli alla porta dei Citizens. Maggiormente vicino al gol in trasferta che avrebbe potuto significare molto ci è andato il canterano Jesè – sostituto di Benzema per l’ennesimo problema fisico del francese – , il quale ha centrato la traversa al 71′ su in bell’assist di Carvajal (preferito al brasiliano Danilo). Ancor meno fortuna hanno avuto gli altri 12 tentativi iberici verso la porta di un sempre attento Hart. Decisamente meno impegnato è stato il collega madrileno dell’inglese: Keylor Navas (primo portiere nella storia del suo club a tenere la propria porta inviolata per otto gare su nove in Europa), il quale ha comunque tremato nel finale su una traiettoria decisamente complicata da gestire ad opera di ‘mister 94 milioni di euro’ Kevin De Bruyne.

In vista del ritorno il tecnico francese del Madrid si è detto “fiducioso di riavere a disposizione Ronaldo”, mentre sulle possibilità di accesso alla finale di Milano, la gara di ieri – secondo Zidane – ha lasciato intatte le speranze dei due club: “abbiamo entrambi il 50% di chance di andare in finale”. Chi sull’assenza di Ronaldo ha minimizzato è stato Manuel Pellegrini, l’ingegnere cileno ha snobbato l’ex Pallone d’Oro in sala stampa stampa, dichiarando che la presenza del talento di Funchal “non avrebbe stravolto l’equilibrio di una contesa lunga 180 minuti”.

Il punteggio maturato Oltremanica lascia tutti gli spiragli di qualificazione aperti per entrambe le squadre. Chiaramente, a sorridere in maniera un po’ più decisa è il Real, artefice del proprio destino al Santiago Bernabeu, dove ha sempre vinto in Europa quest’anno senza mai subire gol. Altro dato significativo che fa pendere l’ago della bilancia dalla parte degli spagnoli sono i 22 passaggi del turno su 23 a seguito di un pareggio esterno nella prima gara, solo nel ’90/’91 tale cosa non accadde per mano dello Spartak Mosca.

@DavideIovene

    Print       Email

You might also like...

Europei Under 21 Belgio – Italia 1-3

Read More →