Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

10 Miliardi di dollari per la pace in Siria

By   /   5 Febbraio 2016  /   Commenti disabilitati su 10 Miliardi di dollari per la pace in Siria

Ban Ki moonPer tamponare i danni prodotti dal conflitto in Siria occorrono almeno 10 miliardi di dollari, da spendere per i rifugiati, per la gente che fugge da una guerra civile che dura ormai da 5 anni, per trovare loro un posto sicuro e un lavoro, per dare loro un’istruzione, una nuova prospettiva di vita.

Questa guerra ha già prodotto oltre mezzo milione di morti, circa 4,5 milioni di rifugiati nei campi di Giordania, Libano e Turchia, mentre oltre 6 milioni di sfollati che vagano per la Siria.

La conferenza di Londra, ospitata dal Premier David Cameron e sostenuta da Germania, Norvegia, Kuwait e dalle Nazioni Unite, si svolge in un momento in cui la situazione sul terreno è decisamente peggiorata: i combattimenti sono aumentati – l’offensiva di Damasco tende a recuperare terreno in mano allo Stato Islamico e ai gruppi di opposizione per sedersi al tavolo delle trattative da un punto di forza-, e la Russia e l’Occidente sono ai ferri corti.

E’ di ieri la notizia della dura risposta della Russia alla Turchia accusata di aver violato il Trattato OSCE “Open Skies” (Cieli Aperti), che, entrato in vigore nel 2002, si pone l’obiettivo di promuovere, tra i membri aderenti, una maggiore apertura e trasparenza nelle attività militari e di potenziare la sicurezza mediante misure miranti a rafforzare la fiducia e la sicurezza. Al trattato hanno aderito ben 34 Paesi, tra cui appunto Russia e Turchia.

Gli ispettori russi, insieme ai tecnici turchi, avrebbero dovuto fare un giro di ricognizione, dall’1 al 5 febbraio, sui territori turchi ai confini con la Siria, ma i turchi hanno negato l’autorizzazione una volta che il team russo era già in loco. Il capo del Centro Nazionale per la Riduzione dei Rischi Nucleari, Sergei Ryzhkov, ha giurato che, per rappresaglia, saranno prese “adeguate misure”.

In questo quadro politico-diplomatico, ancora più complesso di 5 anni fa, s’inserisce questa raccolta fondi, mentre la conferenza di pace guidata da Staffan de Mistura si è arenata al primo giorno d’apertura e riprenderà a fine mese.  

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

Siria: L’esercito siriano alle porte di Idlib e Aleppo

Read More →