Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Premier League  >  Current Article

Chelsea – Hiddink non si nasconde: “Retrocedere è una possibilità!”

By   /   18 Gennaio 2016  /   Commenti disabilitati su Chelsea – Hiddink non si nasconde: “Retrocedere è una possibilità!”

Football Soccer - Chelsea - Guus Hiddink Press Conference - Chelsea Training Ground - 23/12/15 New Chelsea manager Guus Hiddink during the press conference Action Images via Reuters / Matthew Childs Livepic EDITORIAL USE ONLY.

Reduce da due rocamboleschi pareggi casalinghi in quattro giorni – 2-2 con il WBA e 3-3 con l’Everton – la crisi tecnica e di risultati che ha investito il Chelsea in questa stagione non pare avere fine. Neppure il drastico cambio sulla panchina, con José Mourinho allontanato per far posto a Guus Hiddink, ha dato i frutti sperati: la squadra è si imbattuta da sei turni, ma tra campionato ed FA Cup ha inanellato appena due successi, rimanendo ancora all’asciutto di vittorie allo Stamford Bridge in Premier.

CRUDA VERITÀ – Intervistato prima dell’ultima gara, che ha visto i Blues acciuffare al 98′ il pari con una rete di tacco del capitano John Terry, il manager olandese aveva esplorato ogni tipo di scenario per la sua squadra – da qui a fine anno – perfino il baratro della retrocessione: “La Premier League è un campionato che ha la possibilità di sorprenderti fino alla fine. Al momento siamo a 12 punti dal Tottenham quarto in classifica (14 dopo la vittoria degli Spurs sul Sunderland), ma dobbiamo mettere in fila un’eccezionale striscia di vittorie se vogliamo ancora puntare all’Europa. Per questo serve grande impegno e concentrazione massima”. L‘incubo della zona rossa è comunque dietro l’angolo, con lo Swansea appena 6 punti dietro: “Non possiamo neppure nascondere, di contro, che la zona retrocessione è molto vicina. Scendere in Championship, ad oggi, più che una disgrazia direi che sia una possibilità. E domenica si va all’Emirates, in casa dell’Arsenal capolista, per un derby londinese d’importanza cruciale.

ORGOGLIO DI CAPITANO – Nonostante la schiettezza del proprio allenatore, Terry, protagonista con l’Everton oltre che di una rete spettacolare (clicca qui per vederla) anche di un autogol, non getta la spugna e guarda avanti: “Abbiamo dimostrato carattere nel rimontare ben due volte anche il doppio svantaggio. Dobbiamo ripartire da qui”. A chi gli fa notare che il suo gol in pieno recupero fosse in posizione di fuorigioco risponde determinato: “Ovviamente non so certificare la mia posizione, posso comunque dire che non mi interessa più di tanto. Quello che conta è che si tratta del mio primo gol stagionale. Un gol importante!”.

    Print       Email

You might also like...

Premier League – 25^ giornata

Read More →