Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Turchia. Attacco suicida nel centro di Istanbul

By   /   13 Gennaio 2016  /   Commenti disabilitati su Turchia. Attacco suicida nel centro di Istanbul

Attentato IstanbulIeri la Turchia è stata colpita da un tragico attentato. Un terrorista militante dello Stato Islamico si è fatto esplodere nel centro storico di Istanbul, provocando la morte di 11 turisti, 8 dei quali tedeschi, e il ferimento di altre 15 persone, di cui 2 in condizioni gravissime.

L’episodio è avvenuto nella piazza Sultanahmet Square, sede delle principali attrazioni turistiche come la Moschea Blu e la Basilica di Santa Sofia (Hagia Sophia).

Secondo il Primo Ministro Turco, Ahmet Davutoglu, l’attentatore era un uomo dell’Is, si chiamava Nabil Fadli, cittadino siriano, nato in Arabia Saudita.

Il messaggio che i terroristi hanno lanciato è molto chiaro: la Turchia non è sicura e, di conseguenza, non è meta di turismo. Lo scorso anno, la Turchia è stata visitata da oltre 36 milioni di turisti, di cui il 15% è proprio di nazionalità tedesca, seguita dai russi (12%) e dai britannici(7%). L’industria del turismo lo scorso anno ha prodotto un fatturato di circa 30 miliardi di dollari, di cui un terzo dalla sola Istanbul.

I gruppi terroristici come IS e al-Qaida colpiscono i turisti per non perdere le simpatie dei cittadini turchi”, così ha commentato Ercan Tastekin, capo del Centro di Ricerca per la Sicurezza Strategica. Secondo un sondaggio del Centro effettuato lo scorso novembre, l’8% della popolazione turca è favorevoli a IS.

Nel recente passato, la Turchia è stata oggetto di una serie di attacchi. Il 6 gennaio 2015 una donna suicida si fece esplodere nella stazione di polizia Sultanahmet di Istanbul uccidendo 1 poliziotto. Nella città di Suruc lo scorso luglio un attacco ha ucciso 34 curdi e giovani attivisti di sinistra. In ottobre un doppio attacco nella capitale Ankara ha provocato la morte di ben 103 persone. Tutti gli attentati sono stati rivendicati dallo Stato Islamico.

Dure sono state le reazioni a livello internazionale, a partire dalla Cancelliera Angela Merkel, secondo la quale è necessario intervenire al più presto contro il terrorismo internazionale che ha mostrato il suo volto brutale negli attentati di Parigi, Tunisia, Ankara e ora a Istanbul.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

L’Iran cerca nell’Europa una sponda

Read More →