Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Ribelli

By   /   26 Novembre 2015  /   Commenti disabilitati su Ribelli

ribelli1La guerra civile americana è stato uno dei conflitti più importanti per la storia mondiale, ma al contempo, almeno in Italia è poco studiata e approfondita. Questo conflitto oltre ad aver cambiato gli equilibri dell’influenza europea (o meglio Inglese) fuori dai confini “europei” ha anche modificato il concetto di nazione e soprattuto di democrazia in un’epoca dove la monarchia sembrava un’istituzione intoccabile. Ribelli, miniserie made in USA per l’editore Dark Horse, esce in Italia per la Mondadori Comics in un sontuoso volume cartonato, all’interno della collana Historica, ci racconta le vicende di Seth Abbott giovane volontario della milizia.

  ribelli2La storia inizia con il giovane Seth che viene addestrato dal padre ad usare il fucile, i primi sussulti di resistenza alle giubbe rosse di sua maestà iniziano ad avere inizio. Anni dopo Seth, ormai diventato adulto, inizierà a guidare i suoi compagni ed amici nelle prime schermaglie per ribellarsi della tassazione eccessiva sui terreni. Quella che inizialmente Seth aveva intrapreso come una schermaglia per far valere i diritti dei suoi vicini ed amici in breve divenne una guerra per i diritti di tutta l’America. La storia di Brian Wood e Andrea Mutti ci mostra la guerra civile attraverso gli occhi di un ragazzo che per i propri ideali lascia una moglie, una casa e la tranquilla vita di campagna per andare a combattere non solo per lui ma anche per il resto dell’America. Ribelli è un racconto bellico, ma soprattutto è la storia del sacrificio che tanti uomini e ragazzi hanno fatto per permettere la nascita di una Nazione. Ribelli alla fine non è un fumetto totalmente incentrato sulla guerra, ma sulle vicende di un gruppo di uomini, un racconto sull’abnegazione e spesso sulla privazione personale per permettere che un sogno si avveri.

  ribelli3Brian Wood in questa storia riesce a scolpire nelle menti dei lettori dei personaggi iconici e indimenticabili, spesso con pochi dialoghi o con apparizioni fugaci. Tutti i personaggi tratteggiati da Wood, riescono a trasmettere emozioni, sono vivi, l’unica entità che non viene mai approfondita sono i soldati inglesi, le giubbe rosse! Le giubbe rosse sono sempre impersonali, l’unica che conosceremo sarà la giovanissima staffetta Ezekiel, che ovviamente cambierà schieramento diventando il miglior amico di Seth. Oltre ad Ezekiel il resto delle giubbe rosse saranno comparse, uomini senza volto e senza storia che devono essere scacciati! Questa scelta di Wood di rendere il nemico quasi un elemento dello scenario è una scelta ragionata e permette al lettore di impersonificarsi con i ribelli che combattevano non contro un popolo o contro un esercito, bensì contro un ideale! Quello della monarchia!

  I disegni di Andrea Mutti sono favolosi, un mix di classicità e di dinamismo, un’espressività e uno storytelling unico che rende questo volume un piccolo capolavoro fumettistico. Il periodo della guerra civile americana è uno dei più affascinanti e in molte occasioni è stato sfruttato per opere di narrativa e per i fumetti. Mutti è riuscito nella difficile impresa di far rivivere le sensazioni e l’epica drammaticità della guerra civile.

  Il volume della Mondadori Comics è un’ottima lettura, che unisce storia ad avventura in un mix che tiene il lettore incollato alle pagine dalla prima all’ultima vignetta.

  Se amate la storia ed il fumetto questo volume è da non perdere!

 

Un volume bellissimo e di grandissima qualità!

 

Da non perdere!

 

Ribelli. Historica n° 37.Mondadori comics, cartonato, a colori, pag.144, Euro 12,99

 
di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Quattro chiacchere tra la nebbia: intervista a Rocchi e Carità

Read More →