Loading...
You are here:  Home  >  Esteri  >  Current Article

Siria. Putin invita i gruppi oppositori di Assad a Mosca

By   /   4 Novembre 2015  /   Commenti disabilitati su Siria. Putin invita i gruppi oppositori di Assad a Mosca

Putin e AssadDopo l’incontro con il Presidente Siriano Bashar al Assad, il Presidente Vladimir Putin lancia una nuova azione diplomatica e invita i gruppi di oppositori al regime a Mosca per discutere come avviare il processo di transizione e la lotta ai terroristi dello Stato Islamico. Ai colloqui dovrebbero prendere parte anche alcuni rappresentanti del governo siriano.

Il Dipartimento di Stato Americano, per bocca della portavoce Elizabeth Trudeau, ha fatto sapere di ritenere tale incontro “prematuro”. “Ci sarà tempo e modo in cui i gruppi di oppositori al regime saranno presenti, ma noi non riteniamo che sia giunto questo momento”.

Per gli Stati Uniti ora è prioritaria la lotta al terrorismo dello Stato Islamico e chiede che la Russia usi la sua influenza per convincere il Presidente Bashar al Assad ad avviare un sincero processo di transizione.

Dopo il nulla di fatto di venerdì scorso, i rappresentanti delle nazioni coinvolte nel conflitto si rincontreranno a Vienna tra un paio di settimane per cercare una soluzione diplomatica al processo di pace, anche se permangono profonde differenze tra i due principali attori, Russia e Stati Uniti, sul futuro di Assad.

Gli Stati Uniti e alcuni alleati ritengono che precondizione per il processo di pace sia che Assad lasci il potere e che non possa candidarsi alle successive elezioni.

Per la Cina il principale canale attraverso cui risolvere la crisi sono le Nazioni Unite, mentre le parti in conflitto dovrebbero cessare il fuoco e rivolgere i loro sforzi nel combattere il comune nemico che è lo Stato Islamico. Questo suonerebbe in qualche modo come un’implicita critica all’iniziativa di Putin.

di Vito Di Ventura

    Print       Email

You might also like...

USA: altre uccisioni di massa

Read More →