Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Libri  >  Current Article

Libro Libero: bookcrossing che stimola lettura e condivisione

By   /   2 Novembre 2015  /   Commenti disabilitati su Libro Libero: bookcrossing che stimola lettura e condivisione

Libro Libero: un invito alla lettura

Libro Libero: bookcrossing che stimola lettura e condivisione

L’Italia è, nelle statistiche e sotto agli occhi di tutti, un Paese che legge sempre meno. Ogni giorno chiudono librerie (a volte anche storiche ed importanti, come nel caso della Feltrinelli di Roma in Via del Babuino) e i bilanci annuali delle vendite sono sempre più preoccupanti, indicando con evidenza la crisi più nera del settore editoriale degli ultimi decenni.

Un tempo, non molti anni fa in verità, in metropolitana, sui treni e in molti altri luoghi di passaggio era facile vedere decine e decine di persone con in mano un libro, sottratte alla realtà e distratte nell’attesa del viaggio da un racconto, da una storia, da una pagina scritta.

Oggi in quegli stessi luoghi di libri non se ne vedono quasi più, soppiantati dagli smartphone: questo oggetto magico, figlio del nostro tempo e della tecnologia, ha spazzato via ogni altra alternativa e il passatempo preferito di chi viaggia in metro, sugli autobus o sui treni è oggi quello di leggere gli aggiornamenti sulla propria bacheca facebook, postare foto su Instagram, giocare a Candy Crush Saga, solo per citare alcuni esempi.

Fino a pochi anni fa c’era ancora tempo per osservare gli altri, c’era modo di incrociare gli sguardi di altre persone che come noi condividevano quello spazio di transito; oggi siamo invece tutti ripiegati su noi stessi e sul nostro mondo personale, racchiuso così abilmente in un solo palmo di mano.

È forse dal tentativo di superare questa concezione e questa pericolosa abitudine che sono fioriti, con vigore e forza incoraggianti, molti e diversi bookcrossing: l’Italia si è riscoperta culla della lingua e della cultura e in molte comunità si è sentita forte l’esigenza di ridare alla lettura lo spazio – sociale e culturale – che merita. Sono nati così numerosi luoghi di condivisione: bar, circoli, cabine telefoniche riadattate, cassette postali letterarie, pulmini e moto dove prendere liberamente e gratuitamente un libro per leggerlo, magari lasciandone un altro per chi verrà dopo di noi. Per alcuni mesi si è parlato molto anche del Libro Sospeso, altro esempio di questa voglia di condivisione, che sarebbe stato bello vedersi trasformare in misura strutturale e continuativa. Ma la battaglia contro le nuove e pre-potenti forme di comunicazione si sa, è davvero ardua.

Per questo fa ancora più piacere imbattersi in iniziative come quella promossa dal blog terramatta e denominata Libro Libero:

PRENDIMI. PORTAMI VIA CON TE! Se mi stai tenendo fra le mani è perché dovevi essere tu a trovarmi. Io sono un Libro Libero, non ho una casa e non sono di nessuno in particolare: appartengo a chi mi vuole leggere. A chi ama leggere. Prendimi, fammi tuo…e poi abbandonami ancora. Lascia che anche altri possano leggere queste parole. Fa che anche altri conoscano la storia che ho da raccontare. Se arriverò lontano, se saranno in tanti a leggermi, questo sarà anche grazie a te. Tutti possono comprare un libro e tenerselo in casa. Ma non tutti possono provare il piacere e la gioia di tenere fra le mani un libro sapendo che quelle pagine hanno decine, centinaia di storie diverse da raccontare. E non solo quella del suo autore. Vedrai: sarà un gran bel viaggio! 

Sono queste le parole (incise a mano sul retro della copertina) che si leggono all’interno del libro liberato: una “liberazione” che può avviene in giro per l’Italia, senza distinzione tra luoghi di cultura, luoghi di incontro o mezzi di trasporto: un invito alla lettura e alla condivisione, sincero e appassionato, che rimette al centro l’oggetto libro.

Un percorso letterario e culturale potenzialmente senza fine, che potrà essere testimoniato per l’appunto nelle stesse pagine del blog, dando il via ad una sorta di viaggio nel viaggio, di racconto nel racconto in cui ognuno potrà narrare la propria esperienza, il proprio incontro con questi libri liberi, testimoniando l’esperienza della loro lettura in una pagina dedicata, in cui vengono raccolti commenti, sensazioni ed emozioni di un’esperienza di vita.

La macchina tecnologicamente più efficiente che l’uomo abbia mai inventato è il libro. (Northrop Frye)

di Aurora Portesio

Libro Libero: iniziativa per la lettura del blog terramatta

 

 

    Print       Email

You might also like...

Più Libri Più Liberi: cancellata l’edizione 2020

Read More →