Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Serie A  >  Current Article

Seria A – Roma Capoccia… del campionato!

By   /   26 Ottobre 2015  /   Commenti disabilitati su Seria A – Roma Capoccia… del campionato!

image

Se non Caput Mundi, possiamo tornare a definire Roma – sponda giallorossa – almeno Caput Campionati. La squadra di Garcia mancava dalla testa della classifica di A, in solitaria, precisamente da 699 giorni. Poco più di due anni dunque, nei quali il club di Pallotta ha dovuto convivere con l’etichetta scomoda si ‘eterna seconda’, all’ombra di una Juventus disarmantemente troppo ingombrante.

SULLE ALI DELL’ENTUSIASMO – Con un Totti che non appare più in grado di trascinare i compagni per un’intera stagione, e Dzeko alle prese con un ambientamento più lungo del previsto, la Roma si affida ai gol del suo Messi(a) d’Egitto: Mo’ Salah. L’ex Fiorentina, con la rete numero cinque in campionato, si è confermato come il colpo più azzeccato del mercato del ds Sabatini. Al suo fianco – e qui va dato grande merito al tecnico francese – spicca la resurrezione dell’epurato Gervinho: praticamente spedito in Arabia Saudita a fine estate, l’ivoriano si è impuntato nel voler rimanere a Trigoria per la gioia, non troppo velata, del suo mentore Garcia, il quale lo ha prima riabilitato dopo una seconda parte di campionato scorso pessima, rilanciandolo infine nel tridente d’attacco tutto corsa ed imprevedibilità con Salah. Proprio all’estro delle due ‘frecce africane’, supportate dai muscoli dei romanissimi De Rossi e Florenzi, dalla tenacia di Nainggolan, dalla materia grigia di Pjanic, è legato il presente ‘magico’ della Roma; aspettando la concretezza del suo 9 lì davanti.

ITALIAN JOB – Il miglior attacco della Serie A ha sconfitto la miglior difesa del torneo puntando sul contropiede: un classico della filosofia di calcio nostrano. La ritrovata compattezza dei giallorossi, marchio di fabbrica della prima Roma garciana 13/14 (10 vittorie in avvio di campionato e 21 gare di A senza subire reti), fa dei capitolini la più seria candidata al tanto atteso Tricolore. Il misero 29% di possesso palla nel ‘fortino’ del Franchi (prima di ieri neppure un gol al passivo subito dai Viola in casa) è sinonimo di un chiaro disegno tattico – chiamiamolo pure catenaccio – finalizzato a far scoprire la dominante (per indole) Fiorentina e colpirla in ripartenza, sfruttando quindi le armi migliori a propria disposizione. La bagarre alle spalle degli attuali capofila mette la Roma in una posizione di vantaggio più sicura di quanto non dica il +2 alla voce ‘distacco sulle seconde’. Gli attuali 20 punti in graduatoria sembrano un bottino più che accettabile per chi ha dimostrato di non aver ancora espresso tutto il proprio potenziale. Per coniugare risultati e bel gioco, alle nostre latitudini, c’è sempre tempo.

    Print       Email

You might also like...

Ciao Davide!

Read More →