Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Current Article

CL – Codice rosso: Tutte le ‘Vittime di Champions’

By   /   17 Settembre 2015  /   Commenti disabilitati su CL – Codice rosso: Tutte le ‘Vittime di Champions’

CatturaCara Champions quanto mi costi? In termini di infortuni certamente tanto. Più di qualche squadra, in questa due giorni europea, ha pagato dazio alla sorte perdendo pedine importanti nel proprio scacchiere tattico a causa di guai fisici più o meno seri. Questa condizione potrebbe avere ripercussioni importanti non solo in termini di obiettivi stagionali. Se le risorse alternative non dovessero trovarsi in casa, infatti, alcuni manager si vedranno costretti a tornare sul mercato.

CRACK UNITED – Ad Eindhoven il Manchester United ritrovava l’Europa dopo un anno di purgatorio. Prima che Memphis Depay – gioiello ex Psv – regalasse l’illusorio vantaggio ai ‘Diavoli Rossi’ (perderanno poi 2-1), al minuto 29’ Luke Shaw viveva il suo dramma sportivo a seguito di un contrasto con il messicano Hector Moreno: la gamba destra che si flette in maniera anomala, come fosse di gomma; la diagnosi è presto fatta: frattura scomposta di tibia e perone, stagione finita. E pensare che il terzino inglese veniva da un campionato scorso costellato di problemi fisici (oltre 130 giorni di stop). Il primo a rimanere ‘segnato’ dall’accaduto è parso senza dubbio l’autore del fallo Moreno: “Non ricordo esattamente quegli attimi, pensavo solo di aver preso la palla. Sto veramente male. Mi dispiace per lui e per la sua famiglia”. Il messicano subì lo stesso tipo di infortunio il 29 giugno del 2013.

REAL A PEZZI – Tre punti, quattro gol fatti, primato nel girone. Sono questi gli unici fattori che possono far sorridere Rafa Benitez. Il tecnico del Real Madrid, infatti, paga a caro prezzo la gara casalinga contro lo Shakhtar Donetsk se pensiamo che al 59’ i Blancos avevano anzitempo terminato i cambi: Bale, Varane e Sergio Ramos k.o. in meno di un’ora. Fortuna che in squadra c’è uno stacanovista di nome Ronaldo. A preoccupare maggiormente i medici madrileni sono le condizioni di Gareth Bale, il gallese soffre di noie muscolari al polpaccio, indiscrezioni parlano di un mese di stop; per capitan Ramos sarebbe prevista solo una gara ai box a seguito della lussazione alla spalla; niente di certo invece per Varane, il francese parrebbe comunque farcela per il Granada. Come se non bastasse Danilo e James ne avranno ancora per un bel po’. L’infermiera delle Merengues inizia preoccupantemente ad assumere dimensioni galattiche.

GRATTACAPI CHELSEA, BARÇA E ROMA – Un rigore procurato – e fallito da Hazard – ed un gol non proprio voluto su punizione, la serata di Willian Borges da Silva era stata fino al minuto 23’ ‘Da urlo’. Poi la noia muscolare che lo costringe a lasciare il posto al compagno Diego Costa (mattatore del proseguo di gara). Un bel problema il forfait del trequartista brasiliano per Mourinho: la crisi di risultati che investe attualmente il suo Chelsea in Premier League deve essere messa a tacere quanto prima. All’orizzonte c’è il derby con l’Arsenal del nemico Wenger, e i Blues ci arrivano con le ‘ali rotte’: Pedro e Willian non saranno in campo sabato, assieme al lungo-degente Courtois. Tra Roma e Barcellona la sfida è terminata pari, invece, in tutti i sensi. L’1-1 dell’Olimpico si può tranquillamente traslare in infermeria. I tackle duri di Nainggolan e Suarez hanno infatti mietuto come vittime i malcapitati Rafinha e Szczeney. Se il portiere della Roma se la caverà – si fa per dire – con 4/6 settimane fuori (lesione al legamento dell’anulare sinistro), il figlio minore di Mazinho ha riportato una rottura del crociato che ne mette a rischio l’annata della consacrazione. Pronte le scuse e gli auguri al collega, via Twitter, da parte del centrocampista giallorosso: “Sono estremamente dispiaciuto per quanto accaduto. Ti auguro di tornare presto in campo”.

 

    Print       Email

You might also like...

Juventus: un piede fuori dalla Champions League

Read More →