Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Serie A  >  Current Article

Juventus – Allegri chiede il Max: “Lavoro e silenzio per tornare grandi”

By   /   14 Settembre 2015  /   Commenti disabilitati su Juventus – Allegri chiede il Max: “Lavoro e silenzio per tornare grandi”

2223170_w21Un punto in tre partite è una condizione che farebbe tremare la panchina di tantissimi allenatori in Serie A; se ci aggiungiamo che la panchina in questione è la più prestigiosa d’Italia – quella dello Juventus Stadium – possiamo ben comprendere a che grado di tensione affronterà le prossime gare Max Allegri.

Iniziare da Manchester, sponda City, la campagna europea verso quella coppa solo sfiorata lo scorso anno, per lo più partendo dal punto più basso toccato negli ultimi quattro anni, rappresenta si una scalata ripidissima, ma allo stesso tempo un’occasione di riscatto da non farsi assolutamente sfuggire per mettere a tacere lo ‘sciame di rumors’ addensatisi su Vinovo. Lo sa bene il tecnico livornese che, in sede di conferenza stampa pre-Champions assieme a capitan Buffon, analizza con scrupolo e raziocinio l’avvio shock in campionato della sua Juventus.

A CACCIA DI UMILTÀ – “Dobbiamo stare zitti e lavorare! – si legge sulle colonne di Tuttosport -. Abbiamo bisogno di invertire la tendenza per recuperare quell’autostima che ci ha consentito di raggiungere certi risultati. È utopico adesso parlare di Scudetto o Champions League”. Per Allegri, tra i concetti smarriti dal suo gruppo in queste prime tre gare di campionato, c’è la “voglia di difendere in un certo modo. Si parla spesso di fase offensiva, ma dobbiamo sapere che in una partita si deve pure difendere, magari anche lontano dalla linea della palla”. Su Pogba e Lemina: “Paul è tornato a giocare con forza e qualità. Lemina è forte ed interessante, può fare anche la mezzala. Domani sarà un banco di prova importante contro una delle favorite del torneo”. City ‘inconcludente’? “In estate hanno speso tanto, possono arrivare fino in fondo in questa manifestazione”.

ANDAMENTO LENTO – Buffon torna sulle difficoltà della squadra viste anche contro il Chievo Verona e predica “compattezza” a tutto l’ambiente: “In questi momenti difficili è necessario fare gruppo. Un avvio di campionato così stentato non l’avrebbe previsto nessuno. Siamo consapevoli che stiamo giocando sotto i nostri standard; è normale che noi per primi ci aspettavamo di più; solo giocando, però, riuscirà fuori la ‘vera Juve’, quella che così bene ha fatto in questi anni”. (Corriere dello Sport)

ASSENTI ECCELLENTI – Se tra i bianconeri al forfait già annunciato di Khedira si va ad aggiungere il nuovo stop per Claudio Marchisio (un mese), non se la passa meglio Pellegrini. Il tecnico dei Citizen dovrà fare a meno del suo bomber principe: il ‘Kun’ Aguero ha alzato bandiera bianca dopo 25′ per un botta al ginocchio destro nel match vinto dai suoi compagni sul Cristal Palace; le condizioni dell’argentino non destano comunque preoccupazioni a lungo termine. Per sostituire invece il numero 8 bianconero il dubbio è tra l’esordiente Lemina e l’arretramento di Hernanes in cabina di regia.

    Print       Email

You might also like...

Ciao Davide!

Read More →