Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Arte  >  Current Article

Botero alla Galleria Tega di Milano

By   /   25 Giugno 2015  /   Commenti disabilitati su Botero alla Galleria Tega di Milano

Foto Botero

L’originalità di Fernando Botero (Medelin 1932) è un elemento che rende l’artista colombiano assolutamente unico e immediatamente riconoscibile nel mare magnum del mercato dell’arte contemporanea.

Essenzialmente grazie al suo stile, al cosiddetto boterismo, caratterizzato dalla rappresentazione di personaggi dai connotati volumetrici improbabili e volutamente esagerati, il maestro è considerato tra i più famosi e popolari artisti viventi.

Alla sua arte in verità sono state rivolte anche critiche basate su una presunta superficialità nel dipingere mirata ad ottenere scopi commerciali, ma è lo stesso autore a fugare i dubbi e precisare il motivo del suo stile: “Credo molto nel volume, in questa sensualità che nella pittura suscita piacere allo sguardo”.

Botero, oltre che affermato pittore, è autore di disegni, gessi e sculture con cui ha sempre saputo fare riferimento alla classicità attraverso una propria visione poetica ed estremamente contemporanea.

Un altro particolare riguardante il maestro colombiano è la grande quantità di riproduzioni commerciali che viene venduta nei mercatini. Se da una parte ovviamente si tratta di campioni senza concreto valore, dall’altra è un’ulteriore conferma del gradimento dei soggetti che si rifanno al boterismo.

Dopo una personale di successo risalente al 2006, Botero torna ora a Milano per esporre alla Galleria Tega di via Senato con un nucleo di lavori che comprende nature morte e una serie di dipinti realizzati negli ultimi venti anni della sua lunga carriera.

I capolavori esposti nella circostanza fanno riferimento ai temi classici della sua iconografia, dai nudi al circo e dalla raffigurazione del potere a quella della famiglia. Le sue opere sono realizzate in quattro studi: oltre che in Colombia anche a Montecarlo, Pietrasanta e New York.

Con UniCredit in qualità di main sponsor, la kermesse si preannuncia di sicuro interesse per il pubblico che potrà ammirare capolavori come “The family” (2014), gruppo di quattro personaggi e “The President” (2003) in cui la figura del dittatore evoca l’autoritarismo e la privazione della libertà.

Da citare anche “Trainer and horse” (2008), lavoro legato al mondo circense nonché “Woman sleeping” (1998) appartenente invece al filone dei nudi femminili. In totale la personale milanese presenta circa 25 opere di Botero tra oli, sculture, disegni e acquarelli.

Ma un particolare rilievo nella circostanza assumono le nature morte con mele, cipolle e pere dalle forme gigantesche e dai colori smaglianti anche per ricordarci la predilezione di Botero per la pittura figurativa.

La Galleria Tega lascia dunque il segno, sulla scia di una tradizione che negli anni ha contribuito ad arricchire il panorama artistico milanese di interessanti mostre dedicate ad artisti di assoluto primo piano, come De Pisis, de Chirico, Chagall, Fontana, Burri, Kounellis, Schifano e Christo, solo per citarne alcuni.

di Aurora Portesio

Fernando Botero
dal 21 aprile al 18 luglio 2015
Galleria Tega, Via Senato 20, Milano
orari: dal lunedì al sabato ore 10-13 e 15-19

    Print       Email

You might also like...

Re Magi: tra mito e realtà.

Read More →