Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Serie B  >  Current Article

Serie B – Play-off: una finale scontata (a metà)

By   /   3 Giugno 2015  /   Commenti disabilitati su Serie B – Play-off: una finale scontata (a metà)

AC Cesena v US Latina - Serie B Playoff FinalUno dei tornei più lunghi d’Europa è giunto, infine, al suo ultimo atto. 22 squadre coinvolte, 42 giornate di stagione regolare, 469 match giocati e ancora tre da disputare. Una maratona calcistica appassionante ed incerta chiamata Serie B. La finale play-off per decretare la terza squadra che salirà in A – assieme alle sorprese Carpi e Frosinone – vedrà protagoniste Bologna e Pescara: da un lato la squadra designata, a inizio campionato, di dominare la competizione; dall’altro l’outsider giunta a questa fase del torneo per il rotto della cuffia. Una doppia contesa dall’esito scontato? Non crediamo affatto.

CERTEZZA – I felsinei arrivano all’atto conclusivo del campionato dopo il grande spavento firmato Gigi Castaldo. Lo storico bomber avellinese, al minuto 94’ di una gara di ritorno al cardiopalma, avrebbe sul destro la palla per mandare l’Avellino ad un passo dalla Massima Serie; la spettacolare conclusione del numero 10 si infrange, però, sulla traversa bolognese, facendo tirare all’intero Dall’Ara un grande sospiro di sollievo. Ma andiamo con ordine. Gli emiliani, forti del quarto posto in campionato, vengono accoppiati all’Avellino di mister Rastelli (giustiziere dello Spezia in semifinale). Nella gara d’andata al Partenio Lombardi il Bologna si impone di misura; nel ritorno giocato ieri bastava quindi non perdere con due gol di scarto, cosa che stava puntualmente accadendo se solo Castaldo non fosse stato così ‘preciso’. La squadra di Delio Rossi ha enormemente faticato a contenere l’esuberanza di Marcello Trotta, l’Under21 azzurro ha trascinato per due volte i Lupi in vantaggio, raggiunti prima da Acquafresca poi da Cacia; il 2-3 della speranza biancoverde è una perla di Moussa Konè; infine la beffarda traversa di Castaldo. Gioia mista a spavento. Vedremo se in finale il Bologna ‘a stelle e strisce’ regalerà a Tacopina e i suoi tifosi una prestazione vincente e meno turbolenta.

SORPRESA – Il Pescara in finale play-off è una di quelle favole che solo la Serie B più regalare. Partita senza i favori del pronostico, la squadra del presidente Sebastiani puntava a rifondarsi con un gruppo di talento guidato da un tecnico – Baroni – che sulla valorizzazione dei giovani ha sin qui fondato la propria carriera in panchina. Trascinata nella prima parte di stagione dai gol di un incontenibile Maniero (12 centri in 15 gare), la dirigenza abruzzese cede il suo bomber al Catania a gennaio e punta sul collettivo per tentare l’aggancio al treno delle prime otto; la scelta si rivela azzeccata, in quanto, il Delfino risale la classifica fino a giocarsi – nella gara finale – l’ultimo posto utile nella griglia play-off in casa del Livorno. I biancoazzurri passano 3-0 al Picchi, solamente che in panchina non c’è più Marco Baroni – esonerato alla vigilia del match – bensì Massimo Oddo. La scossa che riesce a dare al gruppo il Campione del Mondo 2006 è talmente forte da travolgere prima il buon Perugia (0-1), poi l’ottimo Vicenza (1-02-2). Adesso manca l’ultimo ostacolo, il più arduo, per completare un inseguimento – citando lo stesso Oddo nel celebre post-gara di Berlino – “Massiccio!”.

VERDETTI – L’andata della finale play-off andrà in scena venerdì sera, 20,45, allo Stadio Adriatico di Pescara, ritorno previsto per il 9 giugno – stesso orario – a Bologna. In caso di vantaggio o parità nella somma delle reti il Bologna avrà diritto alla promozione senza tempi supplementari o rigori. Nel mezzo di questa doppia sfida c’è da sentenziare l’ultima squadra che lascerà la cadetteria assieme a Varese, Brescia e Cittadella; il Modena parte dal vantaggio del 2-2 rimediato sul campo della Virtus Entella, in virtù della miglior posizione in classifica, ai Canarini modenesi basterebbe un pari davanti al proprio pubblico per conservare la categoria.

    Print       Email

You might also like...

Serie B – Mauri: “Grazie Brescia!”. Brocchi frena, poi l’annuncio

Read More →