Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Serie A  >  Current Article

Serie A – Tevez si inchina all’eterno Toni, sarà lui il Re dei Bomber. Maurito permettendo

By   /   31 Maggio 2015  /   Commenti disabilitati su Serie A – Tevez si inchina all’eterno Toni, sarà lui il Re dei Bomber. Maurito permettendo

Toni Tevez IcardiGli anni passano per tutti, tranne che per qualcuno in grado – pare – di riuscire a stoppare il tempo nell’aria di rigore. Ogni volta che Luca Toni ci mette piedi, in quegli ultimi 16 metri, sembra essere la prima, con quella voglia matta di buttarla dentro ed esultare portandosi la mano all’orecchio.

Anche quest’anno il bomber di Pavullo ha scollinato quota 20 reti in campionato (22 per la precisione), come nella passata stagione. Gli era capitato altre cinque volte in carriera; nella stagione 20052006 il record di 31 marcature in 38 gare con la casacca della Fiorentina gli assicurò la Scarpa d’oro, divenendo così il primo italiano ad essere insignito dello scettro di ‘Re dei bomber’ europei.

SFIDA VINTA – Alla scadenza del secondo contratto della sua carriera in Viola, due anni fa, per Toni sembravano chiuse definitivamente le porte della Serie A. Poi arrivo il neo-promosso Hellas Verona dell’ambizioso presidente Setti: contratto annuale da 400.000€ e maglia numero 9 assicurata nel 4-3-3 di mister Mandorlini. Il connubio tra il Campione del Mondo e i colori gialloblù ha portato gli scaligeri a “100 punti in due stagioni!” – come ricordato orgogliosamente ieri proprio Mandolini – due agevoli salvezze e ben 42 gol del ‘fresco’ 38enne attaccante. Nell’ultima gara valevole per questa stagione di Serie A il calendario metteva di fronte Verona e Juventus, ovvero, Toni contro Tevez. I due si sono fronteggiati un’annata intera per la testa della classifica marcatori, con l’argentino sempre avanti, fino alle ultime giornate che hanno visto il veterano azzurro piazzare il sorpasso – complice anche il turnover precauzionale applicato da Allegri in vista delle finali di Coppa -. Fatto sta che, al netto del 2-2 finale, lo scontro tra bomber l’ha vinto Toni (autore del primo pareggio veronese); l’occasione ghiotta per pareggiare Tevez l’ha avuta dal dischetto, ma l’Apache si è fatto parare il penalty dall’ottimo Rafael.

A 90’ DALLA STORIA – Insomma, complice anche il portiere brasiliano, Toni si è innalzato a leader della classifica cannonieri ed attende ansioso il match di San Siro tra Inter ed Empoli; se Icardi farà meno di due gol Luca Toni sarà il miglior marcatore di un campionato per la quarta volta (Palermo in B, Fiorentina e Bayern Monaco). Se così sarà, il centravanti metterà nel curriculum altri due record importanti: il primo è già arrivato eguagliando se stesso come miglior goleador di sempre del Verona nel massimo campionato; il secondo sarebbe vincere una classifica marcatori di A con la maglia dell’Hellas. In attesa di poter mettere la controfirma sulla storia recente della formazione veneta pare essere all’orizzonte il rinnovo per un altro anno: Toni e il Verona hanno voglia di stupire ancora il Bentegodi e non solo.

di Davide Iovene

    Print       Email

You might also like...

Ciao Davide!

Read More →