Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Reportage ARF! 15

By   /   25 Maggio 2015  /   Commenti disabilitati su Reportage ARF! 15

ARF1Roma. Orami è quasi automatico considerare le fiere del fumetto come fiere della vanità, centinaia di migliaia di visitatori che accorrono in costume con un solo pensiero in testa: “Ammiratemi!”. Fosse il set di “Mad Max: fury road” la cosa avrebbe anche un senso, ma per i pochi che sono rimasti appassionati al lato “tradizionale “ del fumetto è sempre più forte la necessità di uno spazio totalmente dedicato al fumetto. Da questa esigenza nasce ARF! Un festival totalmente incentrato sulle opere e gli autori della nona arte. Immerso nel verde del quartiere Eur, precisamente all’Auditorium del Massimo, si sono tenuti tre giorni ricchi di: eventi, incontri, sketch e approfondimenti sui temi cardine del fumetto. Come sempre la prima edizione di una manifestazione va valutata tenendo conto delle innumerevoli difficoltà che ci sono nell’organizzare un evento simile. Quello che si poteva chiaramente percepire all’ARF! era la rilassatezza dell’ambiente. Entrando nel cortile antistante la mostra sembrava di essere in un salotto; tanti autori e appassionati tutti insieme per parlare di fumetto in maniera informale, un sogno ad occhi aperti per chi, soprattuto a Roma, è ormai abituato al caos di eventi come Romics.

  ARF3Uno dei segnali che ARF! nasce per un pubblico di interessati al lato culturale del fumetto è dato dal fatto che i numerosi incontri organizzati erano sempre “sold out” con la sala incontri che conteneva a stento il pubblico. Tantissimi gli ospiti della manifestazione: dall’artista che ha dato vita alla locandina della manifestazione Gipi, passando agli autori della Bonelli per poi arrivare a Zerocalcare. Bellissime le mostre di tavole originali dedicate ad autori di altissimo livello in esposizione. Molto ben pensata e strutturata l’area Kids, un punto di svago per i più piccoli che hanno potuto seguire i vari workshop e si sono divertiti facendosi dipingere il volto con il Face painting! La parte dedicata agli stand era prevalentemente occupata dagli editori (grandi e piccoli) e da alcune fumetterie. Forse tra le pecche maggiori dell’organizzazione c’è stata proprio la gestione degli stand. Alcuni erano innegabilmente situati in punti troppo periferici della sala rimanendo quasi nascosti. Anche la scelta di dividere gli stand in due posizioni non è stata particolarmente strategica; considerando che l’area “espositori 1” era di soli 5 stand contro i 18 della zona 2.

  arf2Due gli annunci che hanno fatto scalpore durante la manifestazione: Il primo della Sergio Bonelli Editore che ha presentato il progetto 4 Hoods; primo prodotto editoriale della linea SBE Young. L’altro annuncio è della Tunué che ristamperà un classico del fumetto per ragazzi, Monster Allergy, in due volumi Omnibus e con un capitolo finale (il 30) inedito e realizzato dalla coppia BarbucciCanepa. Anche la beneficienza è stata protagonista all’ARF! Con lo stand di “Emergency” che tramite le t-shirt realizzate in esclusiva e altre iniziative ha raccolto fondi per i tanti progetti che vengono portati avanti da questa realtà. Sicuramente se, come ci auguriamo tutti, l’ARF! crescerà come accessi e partecipazioni la location dovrà essere cambiata e potenziata.

  Sicuramente la strada per diventare un’eccellenza tra le fiere del fumetto è ancora lunga e difficile, ma con un’esordio così positivo non possiamo che sperare per il meglio e seguire come evolverà l’ARF!

 

  L’appuntamento quindi è per ARF!16

 

 

di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

La visione mutante di Hickman

Read More →