Loading...
You are here:  Home  >  Cultura  >  Fumetti  >  Current Article

Reportage Romics Aprile 2015

By   /   14 Aprile 2015  /   Commenti disabilitati su Reportage Romics Aprile 2015

romics2015Roma. Anche quest’anno si è tenuta, presso la Nuova Fiera di Roma, l’edizione primaverile di Romics (9-12 Aprile) con un ottimo riscontro da parte del pubblico che possiamo considerare un record. La novità più eclatante è stata l’ampliamento del numero dei padiglioni e una distribuzione più organica degli stand all’interno. Quattro gli spazi principali cosi suddivisi: Comics: con all’interno editori, collezionisti e negozianti. Movie: un padiglione che prevedeva una commistione di generi (film, fumetti, serie Tv, animazione) e che aveva al suo interno il palco per le anteprime e le interviste agli autori. Pala Romics: con lo spazio proiezioni ed il palco principale per gli eventi. G.E. Games Entertaintment: in questo padiglione erano presenti i giochi in ogni forma, dai videogames al gioco da tavolo passando per i card games ed il collezionismo. Moltissimi gli ospiti della fiera, dai grandissimi a cui erano dedicate le mostre come Barbieri, Tisselli, Brindisi, fino ad arrivare agli autori ospiti delle varie case editrici come: Rafael Albuquerque, Federica Manfredi, Simona Binni, Sergio Algozzino, Lorenza Di Sepio, Don Alemanno, Danilo Antoniucci e tantissimi altri. Tanti anche i premi assegnati dalla giuria di Romics agli artisti in concorso:

Gran Premio Romics: Watersnakes  di Tony Sandoval, Tunué Miglior Libro di scuola Angloamericana:Sotto di Leela Corman, Hop! Premio Speciale della Giuria: Ritorno in Kosovo  di Gani Jakupi e Jorge Gonzàlez, 001 edizioni Miglior Libro di scuola Sudamericana: Gabo . Memorie di una vita magica di Oscar Pantoja, Miguel Bustos, Felipe Camargo, Tatiana Cordoba, Julian Naranjo, Tunué. Miglior Libro di scuola Giapponese: Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio? di Shintaro Kago, Hikari edizioni Miglior Libro di scuola Europea: 7° Pianodi Asa Grennvall, Hop! Miglior libro di scuola Italiana: Memorie a 8 bit di Sergio Algozzino, Tunué Migliore opera Prima: Amina e il vulcano di Simona Binni, Tunué Miglior Ristampa: (ex aequo) Dan Dare. Il pilota del futuro.  Viaggio su Venere 1, di Frank Hampson, Nova express Gen di Hiroshimadi Keiji Nakazawa, Hikari edizioni Menzione Speciale: Voci nell’ombra di Lorenzo Bartoli e Giorgio Pontrelli, Tunuè Menzione Speciale: Lo strano caso del dottor Ratkyll e di Mister hide di Bruno Enna e Fabio Celoni, Panini Comics Menzione Speciale: Video girl AI new edition di Masakazu Katsura, Star Comics  Menzione Speciale:L’Ammazzafilm  di Stefano Disegni, Carlo Gallucci Editore

romics3Restano delle perplessità di fondo in questa Romics, ad esempio la scelta di voler unire a forza tanti aspetti del mondo dell’intrattenimento che non hanno nulla a che vedere con il fumetto. Ricordiamoci che Romics è una fiera del fumetto, quindi stonano, secondo me le ospitate con gli “youtubers”, soprattutto se con il fumetto non c’è nessun tipo di lagame. Sicuramente i più giovani avranno trovato questi ospiti più interessanti di tanti altri, ma in questo caso sarebbe opportuno creare una manifestazione separata per gli appassionati. Purtroppo da qualche anno Romics tende a creare un “calderone” di eventi, ospiti, iniziative che non sempre riescono ad essere omogenee ed apprezzate dai partecipanti, forse quest’anno si è arrivati al culmine cercando di far convivere in un’unica manifestazione troppe realtà differenti. Sicuramente Romics come pubblico si è confermata una delle manifestazioni con più successo in Italia, ma se questa fiera vuole essere il punto di riferimento per il fumetto nel centro Italia deve riportare il fumetto ad essere protagonista assoluto della manifestazione.

 
Di Ruffino Renato Umberto

    Print       Email

You might also like...

Hellboy omnibus vol. 1

Read More →