Loading...
You are here:  Home  >  Sport  >  Calcio  >  Liga  >  Current Article

La goleada del Real che non assolve Bale

By   /   7 Aprile 2015  /   Commenti disabilitati su La goleada del Real che non assolve Bale

Cristiano RonaldoPasqua e Pasquetta sono alle spalle, con tutto il loro carico di sacralità e goliardia fuoriporta. A livello calcistico il week-end appena vissuto non ha risparmiato emozioni e colpi di scena.

CICLONE REAL – C’erano una volta i Galacticos di Don Carletto da Reggiolo; una squadra capace di inanellare record nel 2014 ed incantare anche il pubblico più esigente del pianeta calcio: la Dècima – inseguita da dodici anni – finalmente in bacheca, Copa del Rey, Supercoppa UEFA, Mondiale per Club, 18 trofei internazionali come Milan e Boca Jrs, 22 vittorie consecutive con 82 gol fatti e 10 subiti (a due soli successi dal record assoluto del Coritiba), ben 600 milioni spesi per costruire una rosa da sogno guidata dal bi-Pallone d’oro Cristiano Ronaldo e ‘Mister 100 mln’ Gareth Bale.

Possibile contestare una squadra così? A Madrid, sponda Real, si!

Alla tifoseria merengue non sono per niente andate giù le numerose sconfitte contro i cugini dall’Atletico: la Liga dello scorso anno, la Supercoppa di Spagna, gli ottavi dell’attuale Coppa nazionale, il 4-0 del Calderòn in questo campionato; e poi ci sono gli scivoloni sparsi: il 4-2 di inizio anno con la Real Sociedad, la rimonta di Valencia (2-1), il 3-4 innocuo negli ottavi di Champions con lo Schalke 04, il pari casalingo con il Villareal (1-1), la sconfitta di misura a Bilbao, ed in fine il 2-1 nel Clàsico pre-sosta per le Nazionali che è costato a Bale dei calci nella fiancata della sua auto. Insomma, l’aria iniziava a farsi pesante nello spogliatoio dei Blancos ed intorno alla panchina di Ancelotti aleggiavano addirittura fantasmi di esonero. Al ritorno in campo, dinanzi al proprio pubblico, è bastato – si fa per dire – un 9-1 al malcapitato Granada per scacciare tutti i nuvoloni carichi di polemiche addensatisi sul Santiago Bernabeu. Letteralmente “un bàlsamo per le ferite del Clàsico” secondo As.com. Applausi e sorrisi con un Ronaldo in forma smagliante, il portoghese ha messo a segno la sua prima manita da quando è in Spagna ed è tornato pichichi della Liga scavalcando Messi; di Bale e Benzema (2) le altre reti, oltre all’autogol di Mainz. Tra i più acclamati è stato l’ultimo gioiello, in ordine d’acquisto, della scuderia di Florentino Perez: quel James Rodriguez costato circa 80 mln di euro e fermo ai box dal 4 febbraio per via di un metatarso fratturato in occasione del gol messo a segno al Siviglia. Con 12 reti e 12 assist il colombiano ha fatto breccia nel cuore dei tifosi; cosa che ancora non è riuscita del tutto a Bale. Sempre da As apprendiamo infatti che il gallese è considerato il meno imprescindibile nell’11 titolare del Real, su un campione di 12.000 supporter il 31% relegherebbe lui in panchina a favore di James (10,9%). Interessanti anche le percentuali degli altri giocatori che vedono come imprescindibile la presenza di Kroos (3,7%), a seguire Benzema (6,5%), appena terzo Ronaldo (15,2%). Staremo a vedere se Ancelotti seguirà i consigli della tifoseria madrilena per accattivarsi ulteriore simpatie, semmai ce ne fosse bisogno.

di Davide Iovene

    Print       Email

You might also like...

Liga – 31^ giornata

Read More →